Politica

Siracusa, verifica risultati amministrative, Fratelli d’Italia invita il M5s al ricorso. “Partire dal principio di legalità”

SIRACUSA – “Fratelli d’Italia sosterrà Ezechia Paolo Reale anche davanti il Tribunale amministrativo regionale”. Lo dichiara Giuseppe Napoli, commissario provinciale di Fratelli d’Italia, assicurando un “atto di intervento a favore del ricorso che il candidato a sindaco di Siracusa della coalizione di centrodestra proporrà avanti il Tar avverso le irregolarità emerse in sede di scrutinio al primo turno delle amministrative siracusane”.

Proprio ieri, a ridosso della proclamazione dei consiglieri comunali, Ezechia Paolo Reale, candidato sindaco uscito sconfitto al ballottaggio del 24 giugno, ha riaperto la questione delle presunte irregolarità emerse nel corso delle lunghe operazioni di verifica dei verbali e conteggio dei voti del primo turno, annunciando il ricorso alla magistratura ordinaria e amministrativa (vedi articolo).

“È una questione legata esclusivamente al principio di legalità – aggiunge Napoli – che dovrebbe interessare tutti al di là dei colori politici. Mi aspetto che il Movimento cinque stelle faccia altrettanto, partito politico che predica il principio di legalità fino all’esasperazione e che adesso ha la possibilità di applicare i propri principi. Se non lo farà, ahimè sarà l’ennesimo bluff al quale ci stiamo tutti abituando”.

“È interesse di tutti, compresi i consiglieri comunali eletti – conclude il commissario provinciale di Fratelli d’Italia – che si faccia chiarezza sulle irregolarità che riguardano le operazioni di scrutinio che interessano molto più della metà delle sezioni elettorali. Per iniziare a pensare di voler cambiare veramente bisogna partire dal principio di legalità, che deve essere applicato da tutti a prescindere, dai vinti ma soprattutto dai vincitori”.


In alto