Cronaca

Tentata estorsione, il deputato regionale Gennuso conferma la denuncia: “Pronto a un confronto con chi ci ha chiesto il pizzo”

SIRACUSA – A seguito della decisione del Tribunale del Riesame di Catania, che ha disposto la scarcerazione dei tre fratelli Aprile, indagati insieme al Midolo per il presunto “cavallo di ritorno” ai suoi danni (vedi articolo), il deputato regionale Pippo Gennuso rilascia una dichiarazione.

“Non commento la decisione dei giudici di Catania – dice il deputato all’Ars -. Quando non si condividono le sentenze, si utilizzano tutti gli strumenti consentiti dalla legge e a quanto pare su questo caso il pubblico ministero ricorrerà alla Corte d’Appello di Catania per fare valere le sue ragioni. Da parte mia confermo quanto denunciato, ovvero la richiesta estorsiva di 10 mila euro fattaci dal signor Salvatore Midolo e sono pronto a ribadirlo in qualsiasi aula giudiziaria. Sono pronto ad un confronto con il personaggio che ci ha chiesto il pizzo”.


In alto