News

Vertenza “Set impianti”, soccorso operaio che minacciava di lanciarsi sui binari. Rimossi i blocchi in attesa del vertice in prefettura

PRIOLO GARGALLO – Questa mattina un operaio ex “Set impianti”, alla terza giornata consecutiva di sit-in insieme ai colleghi (e alla Fim Cisl, mentre si sono dissociate Fiom e Uilm) nella zona industriale di Priolo, ha minacciato di gettarsi sulla strada ferrata nelle adiacenze del varco autobotti dell’Isab Lukoil sud.

Prontamente intervenuto il personale della Digos, che ha evitato il peggio, oltre a un’autoambulanza che ha trasportato l’operaio al pronto soccorso dell’ospedale “Umberto I” di Siracusa. L’operaio, cinquantenne melillese, ha lavorato per trent’anni in “Set impianti”. Come i suoi 122 colleghi, attende risposte a seguito dell’interruzione delle trattative relative alla cessione del ramo d’azienda appunto dall’ex “Set impianti”, dichiarata fallita lo scorso maggio, alla “Synergo consorzio” di Gela.

Nella tarda mattinata, gli operai hanno rimosso i blocchi, dopo la convocazione di un vertice per lunedì alle ore 11 in prefettura, alla presenza della sola Fim Cisl con il segretario generale Ragusa-Siracusa, Roberto Getulio. Si prevede un contestuale sit-in dei lavoratori, sempre lunedì, in piazza Archimede dinanzi alla prefettura.


Nessuna immagine trovata

In alto