- La Gazzetta Siracusana - https://www.lagazzettasiracusana.it -

Augusta, Autorità portuale a Catania, presa di posizione del Partito Democratico

AUGUSTA – Sulla vicnda dello spostamnento dell‘Autorità portuale a Catania si registra una dichiarazione congiunta del segretario provinciale del Partito Democratico Lo Giudice e del segretario comunale Triberio. “Il Partito Democratico  – dichiarano Lo Giudice e Triberio – di questa provincia esprime rabbia e indignazione a fronte dello spostamento da Augusta a Catania della sede dell’Autorità di Sistema Portuale. Un patrimonio vitale per la nostra economia già in crisi viene scippato da giochi di potere nei Palazzi della politica comunale, regionale e nazionale. Le segreterie provinciale e comunale del PD, attraverso i rappresentanti del PD eletti all’Assemblea Siciliana e in Parlamento, hanno già fatto sentire forte la loro protesta e stanno agendo con tutti gli strumenti a loro disposizione. Invece colpisce e preoccupa, ma non stupisce, la condotta sfuggente dell’amministrazione comunale 5 Stelle, con azioni e dichiarazioni di circostanza che puzzano di inciucio per la spartizione delle poltrone”.

“Ancora una volta il sindaco Cettina Di Pietro sta sfacciatamente voltando le spalle alla città che l’ha eletta, con la complicità dei consiglieri del suo Movimento. Anziché coinvolgere il consiglio comunale e le forze sociali della città per fare fronte comune, l’aspirante deputata dei grillini ha preferito usare la visita istituzionale del vicepresidente della Camera, onorevole Luigi Di Maio, per fare una passerella personale, usando il municipio come una dependance della sua residenza privata. È il momento che Augusta dica basta a questa figura senza pudore politico e senso istituzionale, che sta subordinando al proprio carrierismo e ai notabili del movimento gli interessi legittimi dei suoi elettori ad avere un lavoro e un futuro”.

“I 5 Stelle alla guida del Comune non hanno creato le condizioni per un solo posto di lavoro. Ora la loro amministrazione virtuale – aggiungono in due esponenti del PD –  è andata oltre il tollerabile accettando una mazzata pesantissima per l’economia e l’occupazione, con un’inerzia sospetta che sfiora l’aperta complicità. Il Partito Democratico fa appello ai lavoratori, ai giovani, ai sindacati, agli artigiani, ai commercianti, agli imprenditori, al mondo della cultura e delle professioni affinché si riapproprino del loro destino, senza far più conto su figure politiche ambigue, come quelle espresse ad Augusta dal Movimento 5 Stelle, che in questi due anni non li hanno mai veramente rappresentati in nessuna sede istituzionale.Occorre una mobilitazione generale delle famiglie e delle coscienze per far sentire forte la nostra protesta.Tutto il PD sarà in strada al fianco degli augustani”.