Sport

Calcio, Eccellenza, Carlentini tra approdo agli ottavi di Coppa e debutto in campionato. L’intervista a mister Migneco

CARLENTINI – Dopo il meritato successo che ha visto il Carlentini Calcio accedere agli ottavi di finale della Coppa Italia di categoria, la formazione di mister Ciccio Migneco tira un attimo di sollievo, ma proprio un attimo. Perché già da oggi, in vista di domenica prossima per la prima giornata di campionato di Eccellenza in trasferta a Palazzolo (escluso dalla Coppa Italia), si comincia a fare sul serio e i biancoazzurri continuano la loro preparazione al S. Romano.

Mister Migneco, l’obiettivo ottavi di finale di Coppa Italia è stato raggiunto contro un ottimo Real Siracusa (0-0 all’andata, 2- 1 al ritorno), risultato che la soddisfa?

“Sì, sono molto contento soprattutto per come si sono impegnati i ragazzi che ci hanno messo il cuore per regalare al nostro presidente Gaetano Vinci, questo passaggio al turno successivo”.

Domenica prossima si gioca la prima giornata di campionato contro il Palazzolo (esclusa dalla coppa Italia), con quale spirito affronterete questa prima trasferta?

“Massimo rispetto per l’avversario, il Palazzolo è una delle squadre candidate a vincere il torneo. Però, noi non andremo a Palazzolo solo per difenderci, faremo la nostra partita a prescindere”.

Dopo i primi due test ufficiali di Coppa, la squadra comincia a girare. Ci sono ancora margini di miglioramento nei vari reparti? Se sì, quali.

“Stiamo prendendo consapevolezza nei nostri mezzi ogni giorno che passa. Sappiamo di soffrire e dobbiamo avere ancora più coraggio a giocare la palla per costruire e finalizzare”.

Da domenica si comincia a fare sul serio, l’Eccellenza è un campionato difficile dove si incontrano squadre anche di categoria superiore (vedi Paternò, Giarre, Rosolini), la salvezza resta l’obiettivo principale o si può sperare a qualcosa di più?

“Noi abbiamo cominciato già da qualche settimana a fare sul serio. Voglio vivere partita dopo partita ma senza nasconderci, dico che l obbiettivo principale è salvarsi il prima possibile. Per come siamo strutturati, non giocheremo mai per difenderci pur sapendo che affronteremo squadre corazzate in questa categoria”.

Galfano ieri si è molto rammaricato del comportamento poco sportivo della sua squadra. L’espulsione di Saccullo prevederà qualche giornata di squalifica in Coppa?

“Il Real Siracusa nel finale ha perso un po’ la pazienza, qualcuno dei nostri ha contribuito ad infuocare gli animi reagendo, ma la posta in palio era alta. Concordo con mister Galfano, la sportività va messa sopra ogni possibile risultato finale. Il mio rammarico resta l’espulsione di Saccullo che prenderà qualche giornata di squalifica, speriamo solo in Coppa Italia”.

Recriminazione sulla direzione di gara di ieri?

“La conduzione della gara sotto l’aspetto tecnico non è andata male vista la giovane età del direttore di gara, sul finale purtroppo gli animi dei giocatori si sono surriscaldati, poi la situazione è sfuggita di mano all’arbitro e sono fioccate le espulsioni”.


getfluence.com
In alto