- La Gazzetta Siracusana - https://www.lagazzettasiracusana.it -

Floridia, la Fidapa compie 30 anni di attività

FLORIDIA – La Fidapa sezione di Floridia compie 30 anni. Una cerimonia semplice e sobria si è tenuta, domenica mattina, in Chiesa Madre alla presenza del primo cittadino di Floridia Marco Carianni, e autorità civili e militari. Presenti anche le presidenti che si sono succedute durante gli anni e le socie della Fidapa. Presente pure l’Arciprete parroco Don Alessandro Genovese.

Dopo l’introduzione della Segretaria della Fidapa Carmela Latina che ha ripercorso la storia della Fidapa floridiana, ha preso la parola don Alessandro Genovese che ha rivolto un indirizzo di saluto e ha ringraziato la Fidapa per il restauro della statua raffigurante il Battesimo di Gesù. E’ intervenuto anche il sindaco Marco Carianni. La cantate lirica Rosanna Manzella che ha accompagnata all’organo da Tiziana Conigliaro, ha impreziosito la cerimonia con dei canti religiosi.

 

La Presidente della Fidapa Marianella Mangiafico Valenti: “Oggi è un giorno speciale per la Fidapa sezione di Floridia: sono trascorsi 30 anni dalla sua costituzione. Nel 1990, un gruppo di donne, spronate dalla professoressa Maria Caruso Pignatello, si riunisce con l’intento di portare un contributo significativo alla società floridiana. Donne, che cominciano ad attivarsi per incidere, attraverso attività etico-socio-culturali, sul tessuto cittadino. Vengono stabilite regole e modalità d’esecuzione a casa della socia Tina Morelli Mudanò, che ricordiamo con immenso affetto e grande stima. L’atto costitutivo viene ratificato nell’aula magna della Scuola media Pirandello. La sezione di Floridia ha la sua prima presidente nella persone di Adria Mudanò Rollo, così la Fidapa diventa una realtà. Ancora oggi, con l’impegno delle Presidenti che si sono succedute nel tempo e con la collaborazione delle socie, la nostra associazione fa sentire i suoi battiti ed incide su tutti i livelli. Sappiamo bene che la volontà dei contenuti dipende la credibilità di una realtà associativa. Ripercorrere il cammino di 30 anni della sezione è immergersi in un percorso culturale che ci ha portate, come donne e Associazione, ad occuparci di tutti i settori ed i problemi della società. Affrontando tematiche diverse”.

“Oggi, vogliamo rendere viva – aggiunge Marianella Mangiafico Valenti -, con un segno tangibile del bene comune, questa rilevante ricorrenza. Il restauro della scultura raffigurante “Il Battesimo di Gesù” è un’opera di particolare rilievo per la sue bellezza naturale, ma soprattutto per il significato dell’intima essenza del messaggio evangelico che ci sensibilizza ai valori della vita. Il Battesimo di Gesù ci richiama al Sacramento universale della salvezza, al quel valore catartico che ci indica il cammino della condivisione, quale porta dell’accoglienza della divinità. Tutti siamo chiamati ad essere in relazione fraterna e noi siamo riuniti in questo luogo sacro per esternare il nostro credo, attraverso la benedizione del gruppo scultoreo restaurato a cura della nostra sezione con il contributo di tutte le fidapine. La Fidapa da voce alle donne ed è fondamentale che ognuna manifesti sempre le sue qualità uniche ed originali, per essere donna sicura, autonoma, forte e consapevole dello straordinario valore che possiede: il dono immenso della vita che bisogna amare”.