Archivio

Floridia, revisione del Prg il commissario ad acta ha incontrato i tecnici floridiani

 

floridia_municipio

FLORIDIA – Si è svolto nella sala conferenze della galleria civica il primo incontro di consultazione con i tecnici del comune floridiano con il commissario ad acta, nominato dalla Regione, Arch. Messina per la revisione del PRG del Comune di Floridia. La scadenza dei vincoli presuppone, infatti, le nuove direttive ed una revisione del Piano Regolatore Generale pur essendo di recente adozione nel 2006. Presenti insieme al Commissario ad acta, il Sindaco Orazio Scalorino, l’Assessore all’Urbanistica Claudia Faraci, il funzionaro dell’ufficio tecnico C. Lo Giudice ed i tecnici (geometri, architetti, geologi, ingegneri) del territorio floridiano.

Il Commissario ha spiegato gli obiettivi che dovranno essere raggiunti a breve termine. Le nuove direttive del piano dovranno, infatti, essere pronte alla fine della fase di consultazione con i tecnici, con le categorie produttive, commerciali ed artigianali e con la cittadinanza entro un paio di mesi. Le nuove direttive dovranno essere lo specchio delle esigenze della citta’. Esigenze che potranno essere manifestate formalmemte e consegnate all’ufficio tecnico a partire da oggi. Diversi gli interventi nel corso dell’incontro ed contributi dei tecnici a partire dall’arch. Rosario Sgroi, già consulente a titolo gratuito dell’amministrazione Scalorino, che ha parlato dell’inefficacia, oggi, della zonizzazione in una città come Floridia con poco territorio. Occorre guardarsi dentro ha ribadito ed analizzare i singoli contesti legati all’economia locale, attraverso uno studio di dettaglio. Bando alle grandi idee, ad una zona commerciale dimensionata per 50.000 abitanti, ad un parco urbano di proporzioni enormi, rivediamo il PRG in funzione delle reali esigenze della nostra città, che oggi conta poco più di 23.000 abitanti, identificandone la sua vocazione futura.

Giusto concentrare le attività produttive/artigianali nelle zone a sud, aumentando la zona artgianale a vantaggio di una commerciale sovradimensionata, cosi come integrare nel piano parti a ridosso del ponte mulinello ormai abitate e facenti parte del tessuto urbano, attivando quella parte di circonvallazione che dal ponte mulinello arriva alla zona artgianale. Altro elemento importante introdotto dall’arch. Sgroi è la necessità di utilizzare lo strumento della perequazione laddove vengono apposti i nuovi vincoli. L’ing. Ullo ha parlato invece di parcheggi in piu’ e di trovare formule incentivanti per le ristrutturazioni nel centro storico piuttosto che rivedere il piano particolareggiato, anche lui daccordo al sistema di premialita’ per le aree vincolate. Interessante l’intervento dell’arch. Gigi Minozzi consulente del Comune di Siracusa, parte attiva del progetto SMART CITY di Siracusa, che ha ribadito la necessita di fotograre lo stato di attuazione del PRG vigente che rappresenta la base di partenza per una valutazione delle inizative future. E’ fondamentale, ribadisce, legare la revisione del PRG agli Obiettivi tematici del 2020, occorre che la programmazione europea 2014-2020 trovi un territorio pronto ad accogliere nuove iniziative e nuovi finanziamenti, quali quelli legati alla sostenibilità della città e all’efficientamento energetico.

Interviene anche l’arch. Pappalardo, consulente per la revisione del Piano del Comune di Siracusa, in tema di rapporti di vicinato con il Comune di Floridia. Anche il Comune di Siracusa si sta muovendo in un ottica di non espansione, anzi di riduzione dei volumi, di rilancio del territorio dall’interno, una crescita interna del territorio che non esclude la possibilità di curare delle appendici esterne, delle aree di vicinato in cui delle funzioni vengono condivise. Fa un appello alle forze politiche di aprire, in tal senso, un tavolo tecnico con il Comune di Siracusa, all’interno del quale potranno essere valutate le problematiche del cimitero ricadente in territorio di Siracusa, la questione del centro agroalimentare e l’allargamento del territorio. Appello che il Sindaco accoglie facendosene parte promotrice. Il centro fieristico, ritenuto inadeguato dallo studio di fattibilità, potrebbe trasformarsi a detta di chi ne ha studiato la fattibilità tecnico/economica, in un ottica di vicinato con il Comune di Siracusa, in un centro agroalimentare.

Sono seguiti altri interventi dell’ing. Uccello, del geom. Vernali, del consigliere Burgio volti a dare dei primi temi di discussione all’incontro. Il prossimo incontro riguarderà la consultazione con le categorie commerciali, industriali ed artigianali, ne seguirà un altro con la cittadinanza. “Un occasione importante per l’amministrazione per dare attuazione ad alcuni elementi del programma elettorale del Sindaco Scalorino. Crediamo molto nelle potenzialità economiche che sono alla base di un buon piano regolatore. Avremmo voluto che fosse stato l’Urban Center, non ancora costituito formalmente, ad avviare, gia preliminarmente, la fase di concertazione con i tecnici e con la città. Mi riferisco – afferma l’assessore Faraci -, a quel contenitore di idee, atto a raccogliere idee e progetti che nascono dalla citta e per la città sui temi cruciali per lo sviluppo del nostro territorio. Quel contenitore che vuole dare voce alle istanze provenienti dal territorio per discutere e costruire in maniera condivisa Floridia. L’amministrazione crede nelle potenzialità di questo strumento chiamato Urban Center ed è in questa direzione che ci vogliamo muovere. L’occasione della revisione del Piano regolatore potrebbe essere da volano per avviare, a breve, anche l’apertura dell’Urban Center”.

Salvatore Pappalardo

 


La Gazzetta Siracusana su facebook

LE CITTÀ DEL NETWORK

Copyright © 2023 La Gazzetta Siracusana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2016/2023 PF Editore

In alto