- La Gazzetta Siracusana - https://www.lagazzettasiracusana.it -

Floridia, rinviato al 13 settembre la discussione del conto consuntivo 2015

FLORIDIA –  Rinviata ancora una volta la discussione sul conto consuntivo 2015 del comune di Floridia. Il consiglio comunale a maggioranza ha deciso il rinvio per dare la possibilità ai revisori dei conti di dare il parere non vincolante sulla congruità tra la relazione previsionale programmatica del bilancio 2015 e la relazione riguardante il conto consuntivo. Secondo i consiglieri che hanno presentato la richiesta ai revisiri vi sarebbero delle somme previste in bilancio e che poi sarebbero serviti ad altro.

In merito l’assessore al bilancio Rizza ci ha dichiarato: “Ennesimo rinvio senza motivo perché gli stessi revisori dei conti che sono stati eletti dal consiglio comunale hanno chiarito che le due questioni sono distanti. Non li ho nominati io i revisori, loro stessi li hanno nominati. Mi sembra chiaro che sia una manovra strumentale per spostare i termini di approvazione”.

 “ Abbiamo chiesto – dichiara il consigliere comunale Salvo Burgio –  un motivo perché i revisori si devono esprimere sulla coerenza fra la relazione previsionale e programmatica relativa al bilancio di previsione 2015 e la stessa relazione previsionale e programmatica che è stata trasmessa al consiglio comunale. Secondo noi dalla documentazione ufficiale che è stata consegnata ai revisori c’è una discrasia e bisogna accertare se c’è o non c’è questa discrasia”.

Il sindaco Scalorino: “Il problema principale riguarda appunto la difficoltà che oggi il comune di Floridia ma che è di tutti i comuni siciliani hanno in merito appunto alla liquidità. Se non trasferiamo in tempi brevi il conto consuntivo al Ministero degli interni e alla regione automaticamente non avremo i trasferimenti regionali e statali in un momento di grande difficoltà proprio in termini di liquidità. Tra l’altro oberare ulteriormente di un parere inutile in quanto non vincolante l’ufficio dei revisori dei conti in un  momento in cui i revisori dei conti devono esprimere il loro parere per quanto riguarda il bilancio di previsione  vuol dire ingolfare ulteriormente l’attività. Se non riusciamo ad adottare in tempi brevi o comunque entro il mese di settembre il bilancio di previsione sono fortemente a rischio servizi essenziali che come giunta abbiamo garantito sin dal primo anno e sin dall’inizio della scuola quale il trasporto degli alunni pendolari, la refezione scolastica. Ma oggi sono messi in discussione anche i pagamenti degli stipendi degli impiegati comunali, i pagamenti delle aziende e delle imprese che vantano delle fatture nei confronti del comune. IO credo che si sia consumato un atto irresponsabile”.