Elezioni regionali 2017

Lentini, il centrodestra riunito per Musumeci presidente, lanciate iniziative “No Sprar”

LENTINI – La candidatura alla presidenza della Regione di Nello Musumeci sortisce l’effetto di riunire sotto lo stesso tetto tutti i partiti e movimenti del centro-destra, da Palermo a Lentini. È stato presentato in conferenza stampa questa mattina il coordinamento locale che gestirà il prossimo, decisivo mese di campagna elettorale a Lentini a sostegno dell’ex presidente dell’Antimafia regionale.

A comporlo Forza Italia, con il commissario cittadino Stefano Battiato, già candidato a sindaco giunto al ballottaggio lo scorso anno, che ha aperto la conferenza stampa, Diventerà bellissima con l’ex consigliere comunale Giuseppe Pollicino, Fratelli d’Italia, rappresentato dal coordinatore augustano Marco Failla in sostituzione del portavoce locale Salvo Rosolino (assente per motivi personali), Noi con Salvini, con il referente locale Rosario Di Mari, il Movimento nazionale per la sovranità, partito alemanniano intervenuto attraverso il coordinatore provinciale Aldo Ganci.

In più, nel coordinamento figurano anche il sindacato di riferimento del centrodestra, l’Ugl, con il segretario confederale Giovanni Condorelli al tavolo dei relatori che orgogliosamente ha rivelato che Musumeci è “da quarant’anni un iscritto all’Ugl”, e i movimenti civici protagonisti della scorsa tornata elettorale amministrativa insieme a Battiato, tra i quali Popolari per Lentini con il consigliere comunale Francesca Reale, convolata a nozze con Battiato proprio due giorni fa, L’altra Lentini, con il consigliere Giuseppe Santocono.

Il centrodestra riunito, inoltre, dice “no allo Sprar” (Sistema protezione richiedenti asilo e rifugiati) di Lentini. Come evidenziato da Battiato, in dissenso sulla sostanza, “per l’incapacità della società lentinese di assorbire un simile stress” a causa della crisi economica diffusa, e in dissenso sul metodo, in quanto l’amministrazione Bosco avrebbe aderito “senza aver coinvolto non solo la società lentinese e le forze politiche ma neppure il consiglio comunale”. Pertanto, ha annunciato il commissario cittadino di Forza Italia, i consiglieri Reale e Santocono presenteranno a giorni una richiesta di convocazione di un consiglio comunale in adunanza aperta sul tema.

Il sindaco Saverio Bosco, dopo le prime proteste sollevate tra la cittadinanza contro la paventata apertura di un centro di accoglienza per migranti, avrebbe sospeso l’iter per l’adesione comunale alla cosiddetta rete Sprar, gesto “apprezzato” da Battiato e dal centrodestra. Il prossimo sabato 14 ottobre, infatti, si terrà un incontro promosso dall’amministrazione con i soggetti politici, sindacali e sociali presenti sul territorio. Incontro che, se non dovesse determinare un’inversione di rotta, a detta degli esponenti lentinesi del centrodestra, troverà il programmato seguito di piazza il sabato mattina successivo, il 21 ottobre, in occasione del sit-in in piazza Umberto per la raccolta firme finalizzata all’indizione di un referendum consultivo sullo Sprar.


getfluence.com
In alto