- La Gazzetta Siracusana - https://www.lagazzettasiracusana.it -

Migranti, Ocean Viking entra nel porto di Augusta. Sbarcheranno i minori non accompagnati

AUGUSTA – La nave Ocean Viking ha varcato poco prima di mezzogiorno (ore 11,50, fonte Avvisatore marittimo) l’imboccatura del porto di Augusta, “porto sicuro” assegnato dalle autorità italiane, con a bordo 373 migranti soccorsi a seguito di tre diversi interventi al largo della Libia (tra 28 e 36 miglia nautiche dalla costa africana, il 22 gennaio).

A gestire la nave battente bandiera norvegese è la ong franco-italo-tedesca-svizzera Sos Mediterranée, che l’ha noleggiata nell’estate del 2019 in sostituzione dell’Aquarius II, facendo base nel porto di Marsiglia e collaborando con la ong internazionale Medici senza frontiere. È la stessa Sos Mediterranée a far sapere che, tra i migranti a bordo, “ci sono 165 minori: quasi l’80 per cento di loro non è accompagnato (131, ndr), 21 sono neonati e bambini piccoli di meno di 4 anni” e che “delle 48 donne soccorse, quattro sono incinte e 32 viaggiavano da sole”. Per una donna con “gravidanza a rischio” era stata richiesta dall’equipaggio e ottenuta, ieri l’altro, l’evacuazione medica a bordo di un mezzo della Guardia costiera italiana.

I minori non accompagnati verrebbero fatti sbarcare alla banchina commerciale numero 1 e trasportati con autobus in strutture di accoglienza nelle province di Ragusa e Agrigento. Tutti gli altri invece verrebbero fatti salire a bordo della nave-quarantena Snav Adriatico, in sosta nel porto Megarese dallo scorso 20 gennaio e attualmente attraccata alla banchina commerciale Ro-Ro, quale misura di contenimento sanitario anti-Covid.

Il sindaco di Augusta, Giuseppe Di Mare ci conferma stamani quanto riportato ieri dall’Agi, e cioè di essere stato preventivamente informato dal prefetto di Siracusa, Giusi Scaduto: “Sono stato avvisato ieri dal prefetto che la Protezione civile ha scelto come luogo sicuro il porto di Augusta”. “Penso che un paese civilizzato sia accoglienza, aiuto per il prossimo, vicinanza ai bisognosi tutti”, aggiunge.

Quella dei giorni scorsi sarebbe la prima operazione di soccorso in mare dopo il fermo amministrativo a cui la Ocean Viking è stata sottoposta, per ispezioni della Guardia costiera italiana, a Porto Empedocle (Agrigento). Cinque mesi di attesa, infatti, per riprendere il largo e far rientro al porto di Marsiglia, lo scorso dicembre.

Cecilia Casole