Cronaca

Operazione “Periferie sicure”, impiegati dai carabinieri a Siracusa e provincia oltre 350 militari e reparti speciali

SIRACUSA – Dopo un settimana di servizi condotti dai carabinieri del Comando provinciale di Siracusa nell’ambito dell’operazione “Periferie sicure” disposta dal Dipartimento della pubblica sicurezza, sono stati conseguiti in provincia risultati ritenuti di rilievo. L’operazione si è svolta negli ultimi giorni in un contesto interforze con il coordinamento diretto del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto Giuseppe Castaldo, e ha interessato le periferie del Comune di Siracusa e le aree più periferiche dei comuni di Noto, Augusta, Avola, Priolo Gargallo, Lentini e Pachino.

Nello specifico, l’Arma dei Carabinieri ha impiegato oltre 350 uomini del Comando provinciale che, con l’ausilio di reparti speciali quali il Nas di Ragusa e il Nucleo ispettorato del lavoro, e il supporto della Compagnia di intervento operativo e del Nucleo cinofili, hanno svolto servizi di carattere preventivo e di contrasto al fenomeni di irregolarità e degrado quali lo spaccio di stupefacente nonché l’abusivismo commerciale.

Complessivamente sono state controllate oltre 1.500 persone, più di 1.000 automezzi, di cui quasi venti sottoposti a sequestro, oltre 80 attività commerciali. Nell’ambito del contrasto allo spaccio di stupefacenti e di reati comuni, sono state tratte in arresto 13 persone e denunciate altre 18, con il sequestro di oltre 120 grammi di droga e due armi detenute illegalmente.

Nell’ambito dell’attività di antiabusivismo commerciale, sono state elevate 11 sanzioni amministrative, tra occupazioni abusive del suolo pubblico, mancata autorizzazione alla pubblicità, vendite ambulanti abusive e precarie condizione igienico-sanitarie in alcuni esercizi di somministrazione di alimenti e bevande. 2 attività sono state sottoposte a sospensione. Rimpatriate con foglio di via obbligatorio quattro persone dedite alla prostituzione e, a Siracusa, applicato il nuovo regolamento di Polizia urbana, che prevede il successivo provvedimento del Daspo urbano, nei confronti di tre parcheggiatori abusivi.

Inoltre sono state individuate due discariche abusive, con il conseguente sequestro delle aree.


In alto