Cronaca

Priolo, arrestato il sindaco Pippo Gianni con l’accusa di concussione

PRIOLO GARGALLO – È stato arrestato stamani Pippo Gianni (nella foto di repertorio), 75enne sindaco di Priolo Gargallo, con l’accusa di concussione. Lo rende noto Ansa.it. A eseguire la misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Gip su richiesta della Procura di Siracusa, agenti di polizia della squadra mobile priolese.

Gianni è stato deputato regionale dal 1991 al 2001 con il Cdu e tra il 2006 e il 2014 per partiti di estrazione democristiana, con l’esperienza per un anno iniziata nel 2008 di assessore regionale all’Industria nel governo Lombardo.

È stato eletto deputato alla Camera nel 2001 con l’Udc ed è tornato a Roma da subentrante nel 2010 per lo stesso partito centrista. Nel 2018 è diventato sindaco del comune del quadrilatero industriale, di cui era già stato primo cittadino tra il 1984 e il 1991. Lo scorso agosto, in vista delle recenti elezioni regionali, ha aderito alla Lega Sicilia – Prima l’Italia.

[Leggi l’articolo di aggiornamento: “Arresto del sindaco Pippo Gianni, ecco i reati contestati“]


La Gazzetta Siracusana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2022 La Gazzetta Siracusana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Salvatore Pappalardo
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2022 La Gazzetta Siracusana.it

In alto