- La Gazzetta Siracusana - https://www.lagazzettasiracusana.it -

Siracusa, “Andrà tutto bene”, il video di speranza di don Raffaele Aprile

SIRACUSA – Sacerdoti, diaconi, suore e laici. Tutti insieme per lanciare un messaggio di speranza in un video che parla di speranza. L’idea è venuta a don Raffaele Aprile, presbitero di origini augustane che presta servizio al Santuario della Madonna delle Lacrime di Siracusa, il quale ha chiesto ad una trentina di persone di lanciare una testimonianza di amore a Dio e di incoraggiamento reciproco perché lo slogan “Andrà tutto bene” non resti retorico, vacuo e fine a se stesso ma diventi davvero un motto di fiducia in tempi di emergenza sanitaria come quello attuale.

“A chi mi chiede – esordisce don Aprile in apertura del video – come può andare tutto bene se ogni giorno muoiono centinaia di persone, se il virus continua a diffondersi e se un vaccino non è ancora stato trovato, rispondo che dobbiamo avere fede nella grazia di Dio. Siamo incamminati verso una vittoria che passa da tante sconfitte, così come ci ha mostrato Gesù che, dopo la crocifissione, è risorto. Noi cristiani siamo più allenati al venerdì Santo che abituati alla domenica di Pasqua. Guardiamo più al crocifisso che al sepolcro vuoto. La Risurrezione di Gesù ha una luce capace di dissipare la nostra abituale paura. La Madonna delle Lacrime ci tiene sotto la sua protezione fisica e spirituale per condurci alla vittoria del suo figlio diletto”.

Tra le testimonianze raccolte nel lungo video, quella di Enzo Iannuso, figlio dei coniugi proprietari del quadretto miracoloso delle lacrime: “Cristo risorge ogni giorno nel cuore degli uomini e delle donne che si adoperano nel silenzio per aiutare le persone in difficoltà. Andrà tutto bene, noi non abbiamo paura”.

E poi la nota giornalista Mediaset Safiria Leccese, conduttrice del programma “Miracoli”, in onda fino a pochi anni fa. “Andrà tutto bene, anzi meglio – dice – se saremo in grado di irreggimentare la vita su nuove priorità e modalità e dunque su un sistema diverso in cui la persona diventi il fine e non il mezzo”.

In conclusione le parole di don Aurelio Russo, rettore della Basilica mariana, estrapolate dagli auguri finali alla Messa della domenica di Pasqua in cui ringrazia i tanti che si stanno adoperando per il bene comune. “Noi peccatori – ha detto il sacerdote – dobbiamo guardare Gesù anche per saper perdonare chi ci fa del male e ci fa soffrire e mi riferisco a chi, anche in queste situazioni di crisi, trova modo di approfittare delle persone più deboli e vulnerabili. Gesù ha  colmato l’umanità del suo amore: chiediamogli di cambiare il cuore di chi specula, perché tutti si convertano al suo amore”.

Ecco qui di seguito il video dal canale Youtube di don Aprile.