- La Gazzetta Siracusana - https://www.lagazzettasiracusana.it -

Siracusa, arrestato il presunto scippatore seriale in bicicletta

SIRACUSA – Nelle prime ore della mattina, agenti della squadra mobile di Siracusa hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del quarantenne siracusano, pregiudicato, Sebastiano Violante. L’arrestato è stato tradotto presso il carcere di Cavadonna.

L’uomo sarebbe “gravemente indiziato di aver commesso, dal mese di ottobre 2018 al mese di febbraio 2019, un furto con destrezza e tre furti con strappo ai danni di altrettante vittime, in taluni casi anziane, seguendole fino all’interno dell’androne condominiale in cui abitano e sottraendo loro del denaro o la borsa con all’interno il portafogli”. In tre circostanze, la condotta violenta, consistita nello strattonare le vittime per strappare di dosso la borsa, ha causato lesioni personali giudicate guaribili, rispettivamente, in 3, 7 e 8 giorni.

Il provvedimento cautelare è stato disposto dal Gip di Siracusa a seguito delle indagini sui quattro episodi “accomunati da analoghe modalità”, svolte dalla stessa squadra mobile di Siracusa, su direttive del sostituto procuratore Francesca Eva e con il coordinamento del procuratore aggiunto Fabio Scavone.

L’attività investigativa, basata sulla visione delle immagini estrapolate da alcuni sistemi di videosorveglianza, sui riconoscimenti fotografici operati dalle persone offese e, in una circostanza, sulla perquisizione personale effettuata a carico dell’indagato, ha fornito il quadro indiziario a carico del Violante.

Secondo quanto ricostruito, in particolare le vittime erano state seguite fino a casa da un uomo in bicicletta, che si introduceva con loro all’interno dell’androne condominiale e le derubava, approfittando degli attimi in cui erano intente a cercare le chiavi di casa o attendere l’ascensore. In tre delle quattro circostanze, viene contestato all’uomo di aver posto in essere la suddetta condotta violenta necessaria per impossessarsi del denaro delle persone offese.

(Foto generica)