- La Gazzetta Siracusana - https://www.lagazzettasiracusana.it -

Siracusa, arresti per l’incendio dell’auto del sindaco. Garozzo: “Credo che l’indagine riserverà altre sorprese”

SIRACUSA – È di questa mattina la notizia dell’arresto da parte dei carabinieri di Siracusa dei quattro siracusani ritenuti responsabili, a vario titolo, dell’incendio doloso dell’autovettura in uso al sindaco di Siracusa, avvenuto lo scorso 14 novembre.

La vittima dell’intimidazione, il primo cittadino Giancarlo Garozzo, commenta: “Gli arresti effettuati dai carabinieri sono una svolta importante ma credo che l’indagine riserverà altre sorprese specie in relazione ai rapporti tra questi soggetti ed esponenti politici che li hanno spalleggiati, come evidenziano anche le immagini delle riunioni di consiglio comunale dedicate al contrasto del fenomeno dei parcheggiatori abusivi”.

“Prima di tutto – afferma ancora il sindaco – mi preme ringraziare l’Arma, la Prefettura e tutti gli organi inquirenti per l’attenzione dedicata a questa vicenda e per la solerzia con la quale si sono mossi. Lo Stato, a cominciare dalle forze dell’ordine, è attento ai fenomeni che creano insicurezza sociale e quanto avvenuto oggi è un segnale positivo che tutti dobbiamo cogliere”.

Prosegue il sindaco Garozzo: “La nostra lotta all’illegalità, di qualsiasi genere e a qualsiasi livello, dimostra ancora una volta che l’Amministrazione non ha fatto sconti di alcun tipo e a nessuno. Credo che il fenomeno dei parcheggiatori abusivi si sia manifestato in tutta la sua prepotenza; lo sapevamo e per contrastarlo abbiamo proposto e fatto approvare il regolamento di Polizia urbana che ha introdotto il Daspo. Spesso siamo stati accusati di non avere fatto abbastanza ma chi ci ha attaccati  oggi deve ricredersi. Aspettiamo con fiducia – conclude il sindaco Garozzo – che l’indagine venga chiusa, così che tutti i tasselli vadano a posto, non ultimi quelli degli esecutori materiali”.