Segnalazioni

Siracusa, buio e staccionate divelte: la pista ciclabile non gode di buona salute

SIRACUSA – Buio fitto in alcuni tratti, staccionate divelte e lasciate accantonate lungo i bordi, vegetazione spontanea e invasiva. Continuano ad essere critiche le condizioni della pista ciclabile di Siracusa, intitolata a Rossana Maiorca. Saltuari e poco incisivi gli interventi dell’Amministrazione comunale di Siracusa, che si è limitata ad effettuare lavori di copertura di alcune buche potenzialmente pericolose per pedoni e ciclisti ma che non ha provveduto alla sostituzione delle lampade guaste.

Diverse sono state negli ultimi giorni le segnalazioni sulle precarie condizioni di un percorso utilizzato anche nelle ore serali da molti sportivi amatoriali. Sono infatti numerosi coloro i quali vanno in bicicletta o fanno jogging a metà o nel tardo pomeriggio quando comunque il sole è già tramontato e servirebbe una illuminazione artificiale tutt’altro che fioca come quella attuale. I fari, posti ad una distanza di una cinquantina di metri l’uno dall’altra, non sono sufficientemente efficaci e, in alcuni tratti, specie nella zona nord, nei pressi della Tonnara, risultano non funzionanti. Buio fitto dunque per chi si avventura dopo le 17 da quelle parti per evitare assembramenti, considerato che i primi chilometri (dal Monumento ai Caduti fino all’altezza di via Cassia) sono spesso i più gettonati. Lì la situazione è un po’ migliore ma non mancano punti privi di luce. Gli stessi in cui la recinzione in castagno risulta divelta ed abbandonata per terra mentre nei pressi del Monumento ai caduti l’erba che aveva invaso la pista è stata tagliata da alcuni volontari che, così, hanno provveduto a ridare un pizzico di decoro in più all’ingresso della pista. In altre zone però la vegetazione è ancora presente e risulta fastidiosa non solo alla vista ma anche e soprattutto alla mobilità di corridori e ciclisti. Situazione simili al parco Robinson di piazzale Sgarlata e a quello di via Algeri, dove qualche giorno fa l’Amministrazione comunale ha consegnato 50 chiavi ad altrettanti ragazzini che lo terranno in custodia. Un gesto simbolico ma importante allo stesso tempo che cozza però con il degrado in cui è stato lasciato.

 


getfluence.com
In alto