Politica

Siracusa, esposto miasmi industriali, Granata: “Pieno sostegno alla Procura. Controlli passino alla mano pubblica”

SIRACUSA – Dopo aver presentato l’esposto-denuncia in Procura lo scorso 19 novembre (vedi articolo e servizio), l’assessore comunale Fabio Granata, fondatore del movimento “Oltre”, ribadisce la “ferma volontà di quasi 1.500 cittadini siracusani di non voler più vivere tra miasmi intollerabili e terrore di ammalarsi”.

Rende noto di aver incontrato il procuratore Fabio Scavone, insieme al presidente vicario del movimento, Camillo Biondo, per “manifestargli il pieno sostegno del movimento civico “Oltre” in questa battaglia fondamentale per il ripristino della qualità della vita e dell’aria nella nostra Siracusa”.

Due i passaggi evidenziati da Granata sulla questione del quadrilatero industriale, tornata in auge a seguito della puntata del programma “I dieci comandamenti” andata in onda su Raitre domenica scorsa. Innanzitutto, auspica “una collaborazione permanente tra il Corpo dei Vigili urbani e la Procura della Repubblica e pretendiamo che i controlli passino alla mano pubblica”, quindi contesta “come ancora oggi, contro l’evidenza oggettiva della gravità dei fatti, qualcuno neghi l’allarme ambientale e sanitario: fa amaramente sorridere”.

“Siamo certi che l’Amministrazione e la Regione siciliana – conclude l’assessore comunale – faranno la loro parte per pretendere bonifiche e rigenerazione della raffinazione, per rilanciare e salvaguardare lavoro e salute. Inoltre confidiamo in una nuova linea da parte della rinnovata Asp”.

(Nella foto di repertorio: raccolta firme promossa da “Oltre” per l’esposto-denuncia depositato in Procura il 19 novembre)


getfluence.com
In alto