- La Gazzetta Siracusana - https://www.lagazzettasiracusana.it -

Siracusa, la carica degli ottanta: “Plastic free” e residenti ripuliscono Ognina in 4 ore

SIRACUSA – Reti, cordame, boe e vario materiale utilizzato per la pesca. È l’ultimo “bottino” di rifiuti raccolto da “Plastic free” che, dopo l’intervento di tre settimane fa a Balza Akradina, ieri ha ripulito Ognina. A dare manforte ai volontari dell’associazione ecologica siracusana decine di residenti per un totale di circa ottanta persone, che hanno risposto all’appello lanciato dagli organizzatori i quali, periodicamente, si occupano della bonifica dei luoghi più belli e frequentati del tessuto urbano.

Nella zona balneare equidistante tra Arenella e Fontane Bianche, il lavoro è durato quasi 4 ore. Attenzione rivolta all’area compresa tra il porto e il golfetto, dove i volontari, hanno trovato anche rifiuti ingombranti come tubi per l’irrigazione, staffe di ferro, pannelli di legno e una  e una sdraio. Hanno riempito, anche con la collaborazione dell’associazione “Rifiutiamoci”, una quarantina di sacchi per un totale di circa 4 quintali di rifiuti. Ripulita dunque anche l’ampia scogliera presa d’assalto nella stagione estiva dai tanti residenti e turisti che affollano Ognina. L’auspicio è che lo stato dei luoghi possa rimanere tale almeno per tutta l’estate.

“È stato un lavoro duro ma che ha dato risultati proficui – commenta Massimo Pellegrini, responsabile provinciale dell’associazione – La partecipazione è stata massiccia, non ci aspettavamo neanche noi un’adesione di queste proporzioni. Sono stati in tanti a collaborarci e li ringraziamo per il prezioso supporto che ci hanno fornito per tutta la mattinata”.

Ai partecipanti, in segno di riconoscimento, è stata donata la maglietta dell’associazione “Plastic free”, impegnata attivamente nel territorio con una pulizia dei luoghi che ha l’obiettivo di porre rimedio all’azione di chi, invece, incurante delle norme del vivere civile, abbandona rifiuti di ogni genere, creando spesso vere e proprie discariche anche in luoghi incontaminati come quelli che costeggiano le aree marine siracusane.