- La Gazzetta Siracusana - https://www.lagazzettasiracusana.it -

Siracusa, non solo Treno del Barocco, Coltraro (Udc): ampliare offerta dei treni storici e turistici nel sud-est

SIRACUSA – “Piuttosto che perseverare con una politica di dismissioni, Trenitalia nel territorio del sud-est siciliano potrebbe rilanciare il trasporto “turistico” su rotaie, forte del successo che sempre riscuotono in termini di adesioni, anche da parte delle popolazioni autoctone, le iniziative dei “tour” in treno, in particolare quelli che utilizzano le locomotive storiche. Porterò questa idea al vaglio dei vertici della società, alla quale proporrò dunque l’attivazione di un servizio permanente che colleghi, durante tutte le domeniche di ogni mese, magari ampliando l’offerta ai weekend in prossimità delle feste comandate, come il Natale o la Pasqua, i principali comuni del sud-est siciliano, diversificando gli itinerari e con costi accessibili alle famiglie”. La proposta è di Giambattista Coltraro, deputato uscente e candidato della lista Udc alle prossime elezioni regionali del 5 novembre, che intende richiedere l’ampliamento e la diversificazione dell’offerta dei treni storici.

Proprio quest’ultima estate ha visto il successo del programma dei treni storici e turistici in Sicilia, promosso dall’Assessorato al Turismo della Regione e dalla Fondazione Fs Italiane, avviato a fine luglio con il Treno del Barocco e i passeggeri-turisti a bordo della antiche carrozze “centoporte” degli anni ’30 per visitare il Val di Noto (vedi articolo [1]).

Coltraro spiega gli ulteriori, possibili benefici: “Tutto questo si tradurrebbe in incentivo economico per le località tappa delle “gite organizzate fuoriporta”, ma anche in riduzione dell’inquinamento atmosferico per il minor numero di veicoli privati in circolo, nonché in occasione di organizzazione di eventi folcloristici e rassegne del gusto per le associazioni culturali e per gli imprenditori locali del settore ristorazione, ma anche eno-gastronomico. Naturalmente, bisognerà trovare il giusto compromesso anche per le tariffe da applicare, che dovranno essere competitive e alla portata delle famiglie, che saranno il target prevalente a chi indirizzare l’offerta. Si tratta, a mio avviso – conclude Coltraro – di una proposta estendibile anche alle agenzie di trasporto persone che viaggiano su gomme, che potrebbero creare delle linee domenicali a costo agevolato al fine di consentire momenti di svago alla gente che non ha grandi budget da investire in divertimento, contribuendo a far crescere il volume di affari dei piccoli esercenti locali”.

(Nella foto in evidenza: il “Treno del Barocco”)