Eventi

Siracusa protagonista di “Paesi che vai” su Raiuno domenica 24 marzo

SIRACUSA – Domenica 24 marzo, alle ore 9,40 (fino alle 10,30) su Raiuno, il programma “Paesi che vai…” farà tappa a Siracusa, “la più grande e la più bella città greca”, come la descrisse Cicerone. Una città dotata di un tesoro artistico e naturale assai variegato e inestimabile, per cui l’Unesco l’ha di fatto riconosciuta, insieme alle vicine Necropoli rupestri di Pantalica, patrimonio dell’umanità.

Livio Leonardi (nella foto), giornalista ideatore e conduttore del seguitissimo programma, recentemente insignito della medaglia d’oro della “Società Dante Alighieri” per la diffusione della lingua e della cultura italiana nel mondo, condurrà il suo pubblico nel cuore della città, culla di artisti e filosofi del calibro di Platone e Caravaggio, che diede i natali al geniale inventore Archimede e a Santa Lucia. E sarà proprio la Santa patrona della città, impersonata da una giovane attrice romana (nella foto, accanto al giornalista-conduttore), che, nelle parole di Leonardi, racconterà l’antico centro situato nell’incantevole isola di Ortigia e i luoghi “extra moenia” (cioè fuori dalle mura cittadine) nei quali, secondo la tradizione, si consumò il suo martirio. Il tutto, alla scoperta degli aspetti più segreti della sua vita, sospesa tra storia e leggenda: un binomio immancabile, che caratterizza il programma in onda su Raiuno dal 2013.

Ma non è finita qui. Lungo il viaggio di Livio Leonardi, saranno svelati anche i segreti dell’antichissima e raffinata lavorazione del cioccolato di Modica, tramandata dagli Aztechi agli Spagnoli. E proseguendo tra le specialità gastronomiche del territorio, si curioserà inoltre tra antiche tecniche di conservazione dei prodotti di tonnara di Marzamemi, antico borgo marinaro del comune di Pachino, quasi fuori dal tempo.

E infine, con Livio Leonardi, ci si immergerà nel cuore di un magico luogo rovente, al cospetto dell’Etna: il vulcano attivo più alto d’Europa, anch’esso consacrato tra le perle dell’Unesco.


In alto