Cronaca

Siracusa, rapinatore si barrica dentro l’ufficio postale di Belvedere: negoziazione, inseguimento e arresto da parte dei carabinieri

SIRACUSA – Rapina sventata, oggi intorno alle 14, all’ufficio postale di Belvedere, frazione di Siracusa, con diversi momenti di tensione perché il rapinatore si era barricato all’interno minacciando i dipendenti con una pistola priva del tappo rosso, solo alla fine della vicenda rivelatasi un’arma giocattolo, prima del tentativo di fuga con un bottino di 13 mila euro e dell’arresto. A intervenire sono stati i carabinieri di Belvedere su allarme lanciato dallo stesso ufficio, supportati da colleghi della compagnia di Siracusa.

L’uomo arrestato è un disoccupato calabrese, il 34enne Angelo Latella, che, allo scopo di farsi consegnare denaro contante dal personale dipendente, avrebbe minacciato ripetutamente puntando l’arma.

I militari hanno cinturato la zona e avviato una fase di negoziazione al fine di far rilasciare un addetto alle pulizie dell’ufficio postale che aveva accusato un malore e si era accasciato a terra. Dopo alcuni minuti, il rapinatore ha acconsentito al rilascio dell’uomo che, appena liberato, è stato assicurato al personale sanitario del 118.

Così, il Latella ha deciso di uscire dall’ufficio postale, assieme ad un ostaggio contro cui puntava la pistola e che usava come scudo, ma, vistosi accerchiato, ha subito deciso di abbandonare l’ostaggio e darsi alla fuga per le vie circostanti. È quindi iniziato un repentino inseguimento del rapinatore da parte dei carabinieri, nuovamente accerchiato e infine arrestato dopo aver tentato di nascondersi all’interno di un fondo agricolo. L’uomo è stato tradotto nel carcere di Cavadonna.

(Foto generica)


getfluence.com
In alto