Politica

Siracusa, si è riunito il direttivo provinciale del Partito Democratico

alessio lo giudice segretario provinciale pd siracusa

Siracusa – Si è riunito il direttivo provinciale del Partito Democratico dove è stata fatta un’analisi fino ad oggi e si prepara per le prossime elezioni amministrative. “Il nostro Partito ha sin qui compiuto con rapidità ed efficacia una prima parte del percorso di condivisione politica avviato con l’elezione del nuovo segretario provinciale. Abbiamo appena completato una campagna di tesseramento che ha registrato un significativo incremento degli iscritti in tutta la provincia con quasi il doppio dei tesserati rispetto all’ultimo tesseramento ufficiale del 2014. Questo dato testimonia la bontà del progetto politico e culturale che stiamo, tutti insieme, incarnando nel nostro territorio. D’altra parte, il dato del tesseramento esprime l’apertura del nostro Partito a tanti segmenti sociali e politici che vedono con favore la nostra spinta verso la modernizzazione della provincia di Siracusa. L’adesione di importanti personalità, non solo politiche, rappresentative del mondo produttivo, del lavoro, delle professioni e dell’associazionismo – si legge in un comunicato stampa -, conferma questa lettura.  Si tratta di un risultato ottenuto anche grazie al percorso che ha consentito in questi mesi di riattivare i luoghi del confronto in tutta la provincia, con la vitalità degli organismi e con il fermento dei forum quali spazi di elaborazione politica in vista della conferenza programmatica che terremo prima delle elezioni amministrative del 2016, anche a supporto dei candidati che decideremo di presentare e sostenere. A questo proposito, la direzione provinciale del Partito Democratico di Siracusa ritiene opportuno definire sin da adesso la linea politica che il PD seguirà in vista e in occasione delle prossime elezioni amministrative, in cui saranno coinvolti Comuni importanti come Ferla, Lentini, Noto e Sortino. Pur nel rispetto dell’autonomia degli organismi locali e delle loro scelte, auspichiamo che il Partito Democratico sia protagonista per la costruzione e per il rilancio di coalizioni di centrosinistra che abbiano l’ambizione di rivolgersi alla maggioranza dei cittadini. Il nostro Partito ha infatti il dovere di adoperarsi per tenere unito il fronte democratico e progressista di fronte al dilettantismo demagogico di movimenti, come quello dei 5 Stelle, che, alla sfida dell’amministrazione concreta, in Sicilia e in provincia, stanno rispondendo in maniera fallimentare, mostrando inadeguatezza politica e morale. Riteniamo – continuano -, inoltre, che il nostro Partito, attraverso i suoi organismi locali, debba adoperarsi per individuare candidature che sappiano unire competenza, integrità morale e capacità di rappresentare un’ampia base sociale. Candidature in grado di incarnare un programma elettorale che delinei chiaramente gli strumenti per attuare un modello di sviluppo adeguato alle peculiarità dei nostri territori e che sia, allo stesso tempo, efficace, socialmente equo e sostenibile. Candidature che segnino discontinuità rispetto ai sistemi consolidati di esercizio del potere pubblico a fini privati che per troppo tempo hanno caratterizzato la nostra provincia. Naturalmente, invitiamo, qualora dovessero emergere più candidature del Partito Democratico o del centrosinistra, a seguire le regole previste dal nostro Statuto, con il ricorso allo strumento delle primarie per individuare una candidatura che possa godere del supporto di tutta la coalizione. Infine, la direzione provinciale esprime il proprio sostegno al governo nazionale e ai nostri deputati per l’approvazione del DDL Cirinnà sulle unioni civili. Sollecita altresì il governo regionale all’attuazione del registro sulle unioni civili, già approvato nel marzo 2015″.


In alto