Cronaca

Avola, poiana ferita al campo sportivo nella sera di S. Silvestro: soccorsa dai carabinieri

AVOLA – Durante la notte di San Silvestro, nei pressi del campo sportivo di Avola, i carabinieri della locale stazione hanno tratto in salvo un esemplare di poiana ferita e spaventata che non riusciva a volare.

Durante i servizi perlustrativi predisposti dalla compagnia carabinieri di Noto, la centrale operativa ha ricevuto alcune telefonate da parte di cittadini che segnalavano la presenza di un volatile ferito nei pressi del campo sportivo. Giunta sul posto una pattuglia della stazione di Avola, i militari si sono accorti immediatamente che non si trattava di un normale volatile, bensì di un giovane esemplare di avifauna selvatica.

L’animale, ferito e spaventato, alla vista dei soccorritori tentava inutilmente di riprendere il volo e in quel frangente i carabinieri intervenuti si sono resi conto che il volatile necessitava di immediato soccorso veterinario e che vi era poco tempo per intervenire, atteso che di lì a poco sarebbe scattata la mezzanotte e sarebbero iniziati i fuochi d’artificio che avrebbero spaventato ulteriormente il rapace.

I veterinari dell’Asp di Siracusa, sopraggiunti, hanno quindi appurato che il volatile è una poiana comune, rapace selvatico protetto, la cui caccia è vietata in quanto appartiene a un elenco di specie tutelate a rischio di estinzione.

Grazie alla calma e alla professionalità degli operanti, la poiana è stata tratta in salvo e affidata per le prime cure a un falconiere di Noto, per la ferita all’ala. Una volta ristabilito, il rapace verrà reintrodotto in natura.


In alto