Sport

Calcio, il Real Siracusa Belvedere si presenta: “Siamo una squadra… ignorante”

SIRACUSA – “La nostra caratteristica è di essere una squadra ignorante, ma nel vero senso della parola”. Scherza Giuseppe Palumbo nel presentare il Real Siracusa Belvedere, che domenica debutterà in campionato affrontando in casa, al “Giorgio Di Bari”, l’Enna. La formazione aretusea sarà ai nastri di partenza dell’Eccellenza per il secondo anno consecutivo. “Ripartiamo da dove avevamo lasciato – aggiunge il direttore sportivo – visto che lo scorso torneo fu sospeso a pochi giorni dalla domenica in cui avremmo dovuto incontrare i gialloverdi. Mi auguro che gli umori siano diversi e che si dimentichi da entrambe le parti quanto accaduto lo scorso anno”. Il riferimento è alla tensione che si respirò durante la gara di andata di novembre con un’accoglienza non proprio amichevole da parte dei tifosi locali verso il sodalizio aretuseo e qualche strascico polemico tra le due società. “L’Enna – dice Palumbo, parlando della gara – non è la squadra di qualche mese fa. Ha un signor allenatore, come Seby Catania e giocatori di buona qualità. Lotterà per il vertice, mentre noi speriamo di raggiungere una tranquilla salvezza. Non partiamo comunque battuti. Ce la giocheremo, cercando di fare risultato, anche se avremo qualche defezione causata da infortuni e squalifiche”. Risate e allegria nel corso della serata presentata da Giampaolo Montineri e alla quale ha preso parte la squadra al gran completo. Presente anche lo staff tecnico e dirigenziale. Spirito di gruppo e voglia di stupire saranno le armi sportive che anche quest’anno proveranno a sfoderare i giocatori biancorossi.

Il Real punterà su velocità e aggressività. Lo ha sottolineato il preparatore atletico Luciano Mica. “Stiamo lavorando su questo – ha detto – perché le caratteristiche dei giocatori lo permettono. Proveremo a mettere sempre le gare sul piano della corsa e della determinazione, specie quando affronteremo le squadre più forti”. Il tecnico Ernesto Maiorca è alla sua prima esperienza tra i grandi. Lo scorso anno è stato il vice di Angelo Galfano, andato alla Vibonese, in serie C. “Sono pronto per questa nuova avventura – ha commentato – e cercherò di dare un’identità ben precisa alla squadra. Ci attendono gare difficili soprattutto nella fase iniziale del torneo con Enna e Palazzolo in casa e Giarre fuori. Cercheremo di partire bene”.

Presente anche Salvo Montagno che, dopo aver vissuto un periodo difficile a livello personale, ha deciso di tornare in società. “Avevo pensato di smettere – ha spiegato – ma il richiamo del calcio è stato più forte. E’ la mia grande passione e non è stato difficile, da parte del presidente Antonello Liuzzo, convincermi a tornare. Sono lieto di continuare a dare una mano a questa società che merita il posto che occupa in Eccellenza”.

 


getfluence.com
In alto