Elezioni amministrative 2017

Canicattini, è Salvatore Ricupero il candidato a sindaco del M5S

CANICATTINI BAGNI – Il Meetup 5 Stelle di Canicattini Bagni ha ufficializzato il proprio candidato a sindaco, in vista delle prossime amministrative in programma l’11 giugno. Si tratta dell’ing. Salvatore Ricupero, che concorrerà anche nella lista fra i candidati al consiglio comunale. Domenica 30 aprile alle ore 18,30, nell’aula consiliare del Comune, verrà presentata la lista dei pentastellati per quella che sarà la terza coalizione ufficiale dopo quelle con Marilena Miceli e Danilo Calabrò a sindaco.

Ricupero, 64 anni, è docente di ruolo oltre che ingegnere elettronico e negli anni ha conseguito anche una laurea in Filosofia; vanta già esperienze politiche a Canicattini, essendo stato assessore all’Urbanistica e vicesindaco, oltre che consigliere comunale e in passato organizzatore e moderatore dei convegni “L’economia Oggi tra la finanza e l’impoverimento delle Famiglie” e “Mobilità. Trasporti Pubblici Locali e Qualità della vita”.

“Riattiveremo il tessuto sociale, con opportune azioni di aggregazione, attiveremo meccanismi di economia locale che possano permettere ai giovani di scegliere di restare nella propria terra piuttosto che emigrare e coinvolgeremo tutti i cittadini”. Questa la prima dichiarazione di Salvatore Ricupero, che domenica nell’Aula consiliare di Canicattini presenterà i candidati del movimento nato nel 2014 grazie ad un gruppo di cittadini tra cui Roberto Ferraro, Vincenzo Cugno, Carmelo Bordonaro e Paolo Bonen.

La lista che concorrerà alle prossime amministrative sarà composta da sei uomini e altrettante donne: Roberto Ferraro (l’unico con esperienza politica, in qualità di assessore), Vincenzo Cugno, Roberta Bisceglie, Alessandra Gozzo, Sebastiano Magro, Soraya Uccello, Salvatore Formica, Lucilla Amenta, Roberto Liistro, Maria Amenta e Francesca Cassia. In occasione della presentazione del candidato a sindaco e della lista interverranno, inoltre, la senatrice Barbara Lezzi, la deputata nazionale Maria Marzana e il capogruppo all’ARS Giancarlo Cancelleri.


In alto