Cronaca

Cassibile, maltrattamenti ai genitori per avere denaro, arrestato ventunenne

SIRACUSA – Nel corso del pomeriggio di ieri, i carabinieri della stazione di Cassibile sono intervenuti in occasione di una violenta lite familiare tra genitori e figlio, in cui quest’ultimo, con la pretesa di avere somme di denaro, al culmine dell’ennesima lite, avrebbe “aggredito verbalmente e fisicamente con schiaffi e insulti il padre, minacciandolo di morte, e rompendo suppellettili ed oggetti d’arredo”.

L’animato litigio, solo l’ultimo di una lunga serie, ha visto protagonista un 21enne siracusano con precedenti di polizia in materia di stupefacenti, e ha indotto i genitori a richiedere appunto l’intervento dei carabinieri. I militari, dopo averli tranquillizzati, avendo contezza di pregressi episodi di violenza in famiglia, che già in passato avevano richiesto la necessità dell’intervento delle forze di polizia, hanno rintracciato a casa il 21enne e lo hanno condotto in caserma.

Una situazione familiare ritenuta ormai insostenibile, motivo per cui i carabinieri hanno proceduto all’arresto del giovane per maltrattamenti in famiglia, sottoponendolo agli arresti domiciliari in attesa di rito direttissimo.

(Foto generica)


In alto