Lifestyle

Concorso “Venere d’Italia”, due siracusane conquistano fasce per tv e simpatia nella finale nazionale

SIRACUSA – Si è conclusa sabato 11 settembre in un resort di Pimonte (Napoli), nel mezzo della penisola sorrentina, l’ottava edizione del concorso nazionale di bellezza “Venere d’Italia”, gestito dal patron Pietro Cortese, fotografo professionista, con la collaborazione di molti professionisti del mondo della moda e dello spettacolo, tra cui il direttore della rivista “Obsession magazine”, Ciro Montemiglio (già direttore di “Playboy Italy”).

Anche quest’anno alcune ragazze siracusane e catanesi, guidate dalla loro agente siciliana Donatella Accolla, conquistano delle fasce. Ecco le fasce siracusane: Giulia Ranieri si classifica al 6° posto finale, ottenendo la fascia “Venere tv 2021”, mentre Annalisa Filincieri, arrivata 16ª, ottiene la fascia di “Venere simpatia”.

La vincitrice di questa edizione è pugliese: si tratta di Selvaggia Lopalco, 15 anni di Taranto, studentessa al secondo anno di liceo scientifico con la passione della moda, della palestra e dei social. Un tripudio di consensi per la tarantina, arrivata sulle passerelle da un paio di mesi circa. Una serata che ha visto la presenza di numerosi brand e collezioni. Ospiti tv e del cinema: il senatore Antonio Razzi, oltre che il già citato Ciro Montemiglio, l’imprenditore Luigi Auletta, titolare di un marchio della moda nazionale e internazionale; poi ancora il regista Michele Lunella e il fashion manager Ciro Prato.

Alla miss Selvaggia Lopalco è stata consegnata la corona realizzata dal maestro orafo Gerardo Sacco. La serata finale si è aperta con un omaggio a tutti i “grandi assenti” del 2020/21 (Proietti, Fracci, Maradona, Battiato), a cura del direttore artistico, il conduttore Giuseppe Stigliano di Taranto. Inoltre, è stata coreografata da Angelo Mastrangelo una sigla con dedica, che ha preparato con le concorrenti sui più grandi successi dell’indimenticata Raffaella Carrà.


In alto