News

Coronavirus in Sicilia, 58 casi e 50 ricoveri più di ieri. Nel Siracusano salgono a 33 i positivi e a 15 i ricoveri

SIRACUSA – “Sul piano sanitario la situazione è sotto controllo, ma stiamo preparandoci al peggio – ha dichiarato il governatore Nello Musumeci, stamani al programma tv “Mattino cinque” – È probabile che l’escalation dell’epidemia possa arrivare alla fine di marzo o ai primi di aprile. Ci stiamo attrezzando con nuovi posti di terapia intensiva, ne abbiamo 411 ma ne stiamo creando altri 200 e abbiamo mobilitato le strutture private”.

Intanto nel primo pomeriggio la Regione rende noto che “una parte dei militari dell’Esercito italiano in servizio in Sicilia sarà da domani impiegata nelle pattuglie di vigilanza urbana e nei punti di arrivo dei passeggeri”, riportando rassicurazioni del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese in un colloquio con il presidente della Regione, che ieri aveva avanzato un’ulteriore richiesta formale, in tal senso, al capo del Viminale.

Aggiornata alle ore 12 di oggi (giovedì 19 marzo), qui di seguito la situazione regionale ufficiale dell’emergenza Coronavirus, come comunicato dalla Regione siciliana all’Unità di crisi nazionale.

Salgono a 340 i casi positivi in Sicilia (58 più di ieri), dall’inizio dei controlli, su 3.961 tamponi validati dai laboratori regionali di riferimento (Policlinici di Palermo e Catania). Questa la ripartizione per provincia: Agrigento, 27; Caltanissetta, 12; Catania, 151; Enna, 21; Messina, 16; Palermo, 52; Ragusa, 7; Siracusa, 33, cinque più di ieri; Trapani, 21.

Risultano ricoverati 179 pazienti (24 a Palermo, 91 a Catania, 16 a Messina, 2 ad Agrigento, 9 a Caltanissetta, 11 a Enna, 3 a Ragusa, 15 a Siracusa, tre più di ieri, e 8 a Trapani, complessivamente cinquanta più di ieri), di cui 36 in terapia intensiva (sette più di ieri), mentre 142 sono in isolamento domiciliare, 15 sono i guariti (nove a Palermo, due ad Agrigento e Messina, uno a Enna e Ragusa, complessivamente tre più di ieri) e quattro i deceduti. L’ultimo decesso, per insufficienza cardiorespiratoria, è avvenuto ieri a Enna: si tratta di un uomo di 82 anni con altre patologie, risultato positivo al tampone.


In alto