Elezioni europee 2019

Elezioni europee 2019, affluenza in calo a Siracusa e provincia (-4,38%). A Buscemi e Avola la più alta

SIRACUSA – Operazioni di voto chiuse, alle ore 23, nelle 422 sezioni elettorali di Siracusa e provincia. Si sono recati ai seggi il 36,09% degli elettori, quasi quattro punti e mezzo in meno rispetto alle precedenti elezioni europee del 2014 (40,47%). È in corso lo spoglio delle schede elettorali.

Il comune con l’affluenza maggiore è stato Buscemi, realtà di mille anime, che ha registrato il 49,73% (36,93% nel 2014), seguito da Avola, terzo comune più popoloso della provincia, con il 44,01% (37,24% nel 2014), probabili effetti delle candidature locali. Dato più basso registrato a Buccheri, con il 21,67% (29,11% nel 2014)

Un calo di affluenza registrato anche nelle 123 sezioni del capoluogo aretuseo hanno fatto registrare una partecipazione di 35.354 elettori su 98.958 pari al 35,73%. Nel 2014 gli elettori che si erano recati ai seggi erano stati 38.590 su 100.528, cioè il 38,38% del totale.

Anche oggi, così come cinque anni fa, alle urne si sono recati più uomini che donne: 18.215 su 47.346, pari al 38,47 per cento, contro 17.139 su 51.612, pari al 32,21 per cento.

Ricordiamo le precedenti rilevazioni della giornata.

Ore 12. Nell’intera provincia di Siracusa ha votato l’8,97% degli aventi diritto, in leggero calo (-0,31%) rispetto alla tornata del 2014. A Siracusa l’affluenza si attesta al 9,62% (9.521 su 98.958 elettori siracusani, -0,01%). Dato più elevato ad Augusta con l’11,65% (+0,24%), il più basso a Buccheri con il 3,69% (-0,9%).

Ore 19. Media provinciale al 26,69% (-0,57%). Siracusa praticamente in linea con il 2014, al 26,26%(-0,05%). Buscemi diventa il comune con la maggiore affluenza, al 34,35% (+12,97%), Buccheri resta fanalino di coda con il 14,85% (-2,45%).


In alto