Politica

Floridia, il consigliere comunale del PD Gaetano Vassallo risponde alle polemiche del M5S

Floridia – Il Consigliere comunale del Partito Democratico Gaetano Vassallo risponde alle polemiche sollevate dal movimento dei cinque stelle su un presunto buco di 380 mila euro  e che questo farebbe lievitare la tassa TARI.

“Con un comunicato i nostri amici penta stellati accusano nella persona del sottoscritto e del mio collega consigliere comunale Salvo Russo di aver determinato assieme all’amministrazione comunale, assieme agli uffici  un aggravio di circa 380 mila euro – dichiara Vassallo – con riferimento alla tariffa TARI. Ora nulla di più falso di tutto questo.  LA questione a cui i nostri amici dei cinque stelle si riferiscono riguarda lo sgravio che noi del Partito Democratico assieme a tutto ilo consiglio comunale abbiamo determinato con un emendamento alla tariffa 2015 per le famiglie degli invalidi gravi e quindi dei soggetti che hanno un’invalidità del 100%.  Lo sgravio riguarda solamente coloro che hanno un’invalidità conclamata del 100% e stiamo parlando di disabilità molto grave e quindi di famiglie che giornalmente vivono le difficoltà di accudire e sostenere i propri familiari disabili a cui noi del PD e tutto il consiglio comunale ha deciso di offrire uno sgravio della tariffa dei rifiuti solidi urbani. Questo sgravio vale, come confermato dal responsabile dell’ufficio tributi, 170 mila euro  e non 380 mila euro. Perché all’interno delle 380 mila euro – aggiunge Vassallo – rientrano anche ruoli che riguardano il 2014 e che riguardano altri sgravi come per esempio il conferimento presso i CCR dei rifiuti. Si tratta di una  assunzione di responsabilità ben precisa. Le scelte politiche implicano delle assunzioni di responsabilità da parte di chi le fa e noi le rivendichiamo con forza. Noi rivendichiamo con forza la scelta per aver offerto uno sgravio a queste famiglie sofferenti  perché secondo noi è una cosa giusta che va nella giusta direzione di solidarietà nei confronti di chi sta peggio all’interno della nostra collettività”.


In alto