Cronaca

Floridia, minacce e pascolo abusivo, arrestato un pastore con l’accusa di estorsione

FLORIDIA – Nella serata di ieri i carabinieri della tenenza di Floridia hanno eseguito due misure cautelari nei confronti dei pastori floridiani Calleri Nunzio, classe 1964, e Calleri Giuseppe, classe 1984, padre e figlio, indagati per estorsione in concorso.

L’arrestato, Calleri Nunzio, dopo essere stato condotto presso i locali della tenenza di Floridia per le incombenze di rito, è stato accompagnato in carcere, mentre il figlio Giuseppe, sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Le indagini furono avviate dai carabinieri di Floridia nell’aprile del 2018, a seguito di denuncia delle vittime alla Procura, raccogliendo testimonianze e registrazioni di alcuni dialoghi nonché con attività tecniche di videoripresa.

Secondo gli investigatori, giornalmente, i due allevatori conducevano abusivamente le proprie greggi sui terreni dei proprietari confinanti, i quali erano costretti a subire l’imposizione dei capi di bestiame dei Calleri, anche a fronte di frasi minacciose e offensive rivolte loro ogniqualvolta i due allevatori erano invitati al rispetto dei confini delle proprietà private.

I carabinieri, nel corso dell’attività investigativa, hanno inoltre fatto emergere come i due allevatori, in più occasioni, avessero “intimorito le loro vittime anche alludendo al loro spessore criminale e facendo riferimento alla possibilità di ricorrere a ritorsioni particolarmente gravi, tra cui anche minacce di morte, se quanto stava accadendo fosse stato denunciato ai carabinieri che, con frasi sprezzanti, venivano ritenuti impotenti ad agire in tali situazioni”.

Le due misure cautelari sono state disposte dal Gip del Tribunale di Siracusa, su richiesta avanzata dalla Procura aretusea, all’esito di una articolata indagine diretta dal procuratore Fabio Scavone e coordinata dal pm Marco Dragonetti.

(Foto generica)


getfluence.com
In alto