Politica

Floridia, Nella Giarratana (Lega) interviene sulle misure anticovid adottate dal sindaco

FLORIDIA – La commissaria della sezione di Floridia-Solarino della Lega Salvini-Sicilia  interviene sulla questione dell’emergenza covid a Floridia.

“E’ già passato più di un anno dall’emergenza epidemiologica del Covid-19 e dopo gli alti e bassi dei casi registrati, le disastrose strategie gestionali a livello nazionale e locale, ad oggi, di buon inizio nuovo anno, ci vediamo costretti a combattere quotidianamente per il buon vivere sociale.  Non sarà possibile ripristinare la situazione dall’oggi al domani, ma, soprattutto in quest’ultimo periodo dove i casi di soggetti positivi al covid-19 sono aumentati eccessivamente, sarebbe opportuno, oltrechè doveroso, nell’interesse della comunità, adottare delle misure di contenimento idonee a frenare il protrarsi dei contagi. Ed è quello che ha cercato di adoperare il nostro “buon primo cittadino”, limitando severamente i tempi di apertura delle attività commerciali, molte delle quali preferiscono rimanere chiuse per ragioni obiettivamente economiche, ha intimato adolescenti e genitori degli stessi, l’irrogazione di sanzioni pecuniarie a chiunque dia corso ad assembramenti specificando ogni singola Piazza e zona del Comune di Floridia. Ma vi è di più! Anche i controlli sull’intero comune – aggiunge – sono stati aumentati in occasione del problema che ci occupa. Di prediche morali ne abbiamo sentite, di direttive su come comportarsi altrettante, ma non si comprende come il nostro primo cittadino dopo la lotta alla diffusione del Covid-19 abbia concesso, con l’Ordinanza n. 6 del 20.01.2021 la riapertura del mercato settimanale nelle giornate di Sabato 23 e 30/01/2021. Queste sono scelte frutto di incoerenza, superficialità ed inadeguatezza valutazionale Con l’apertura del mercato, anche se limitato soltanto alla vendita dei beni di prima necessità, non sarà di fatto possibile evitare gli assembramenti. Così continuando il Comune di Floridia registrerà il record dei contagi”.


In alto