Politica

Floridia, presentati tre progetti di rigenerazione urbana

Floridia- Il consiglio comunale di Floridia con 15 voti a favore e un astenuto ha approvato il piano triennale delle opere pubbliche.

Il presidente del Consiglio Comunale  Salvo Pappalardo dichiara: “E’ stata una seduta abbastanza veloce e devo dire che anche grazie all’apporto di tutti i consiglieri comunali tranne un consigliere che si è astenuto. Con questa approvazione è stato possibile aggiornare il piano triennale delle opere pubbliche. Piano triennale è stato aggiornato con l’inserimento di alcune opere che l’amministrazione cercherà di far finanziare attingendo a delle fonti di finanziamento esterne con la partecipazione a bandi che consentono a l’ente di realizzare le opere pur nell’impossibilità, pur nella carenza di risorse che caratterizzano il bilancio comunale vista la situazione economica non rosea pertanto questo è l’unico modo che si ha per realizzare delle opere. L’idea è quella di partecipare a dei bandi che consentono la realizzazione di una nuova Piazza sita in fondo Viale Vittorio Veneto; un centro polifunzionale per le famiglie che è una struttura che manca e che potrebbe fornire alle famiglie servizi importantissimi; la pista ciclabile che è un progetto riesumato dagli archivi dell’ufficio tecnico e che speriamo di realizzare con dei fondi di finanziamento esterno; Il parco del Giardinello chiaramente riadattato alle moderne  esigenze della città. E’ un progetto grosso che semmai riusciremmo a farci finanziare dall’esterno riuscirà ad abbellire quella parte del paese e a realizzare un vecchio sogno perché quella Chiesa va valorizzata e quale miglior modo se non costruirci attorno un parco e dei servizi che possano renderla fruibile da parte della cittadinanza”.

Sull’approvazione di questi progetti il Sindaco Carianni dichiara: “Abbiamo partecipato ad un bando di rigenerazione urbana che è stato pubblicato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, candidando tre progetti: il primo è relativo alla realizzazione di un parco sub-urbano nel terreno che costeggia la chiesa del Giardinello un opera di circa 2 milioni di euro; il secondo è la realizzazione di una piazza nell’area confinante fra Via Carnevale e Viale Vittorio Veneto un’opera che presuppone un investimento di circa un milione di euro. L’ultimo progetto è la realizzazione di una pista ciclabile dove abbiamo previsto, oltre alla determinazione della segnaletica verticale e orizzontale, anche il rifacimento del manto stradale per evitare che si facciano delle piste ciclabili che si caratterizzano per la presenza di voragini o di un manto stradale disconnesso. Il bando è suddiviso in fasce di popolazione. Per i comuni superiori a 20 mila abitanti la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha previsto di erogare fondi fino a 5 milioni di euro. Noi abbiamo presentato tre progetti con l’auspicio che tutti e 5 milioni possano essere investiti nella nostra città”.

Sulla situazione economica del comune il primo cittadino dichiara: “casse vuote. In questa fase stanno rimanendo vuote. Stiamo lavorando con quelli che sono fondi extra comunali che grazie a Dio sembra che in questa fase siano abbastanza importanti. Lo Stato ha capito che è essenziale investire coinvolgendo gli enti locali e i primi segnali positivi li abbiamo registrati. La politica del dissesto è quella che è stata certificata dalla Corte dei Conti prima con l’adozione di due deliberazioni, dall’ufficio ragioneria rappresentato dal rag. Francesco Spada e a breve presumo anche dai revisori dei conti. Il dissesto è una situazione che non si può rinviare sia perché produrrebbe un ulteriore aggravio per l’ente, sia perché se c’è il dissesto e non lo si delibera si va in contro anche a situazioni di carattere penali. Per cui noi riteniamo che se c’è questa situazione dobbiamo affrontarla e dobbiamo ricominciare d’accapo”.


In alto