Politica

Floridia, raccolta differenziata, il Partito democratico polemizza con l’amministrazione

FLORIDIA – Da lunedì è partito il nuovo servizio di raccolta differenziata rifiuti porta a porta. Questo ha comportato delle notevoli difficoltà nei cittadini floridiani. In alcune zone sono stati tolti anche i cassonetti per la raccolta dei rifiuti. Da qui si sono scatenate le polemiche da parte dei cittadini e anche da parte dell’opposizione. Il Partito Democratico di Floridia interviene sottolineando che: “Il Sindaco Limoli e la sua maggioranza festeggiano un anno di attività, con l’ennesima prova di improvvisazione, superficialità, incompetenza, incapacità amministrativa e politica. Organizzare il sistema di raccolta differenziata è molto complicato e richiede un grande sforzo organizzativo basato su un progetto e su risorse finanziare destinate. Non si può fare semplicemente con un’ordinanza sindacale!!! I risultati, purtroppo, sono sotto gli occhi di tutti e questo approccio inconcludente condiziona in maniera pesantissima la vita quotidiana dei cittadini. Questa amministrazione ha una responsabilità politica enorme su questa vicenda. Tra i banchi della maggioranza siedono tutti i protagonisti politici (Burgio, Carpinteri, Cianci, Gallo) che nel 2015 – 2016 affossarono il Piano Rifiuti presentato dall’amministrazione Scolorino ed approvato dalla Regione. Un Piano serio, approfondito, basato sull’estensione della raccolta “porta a porta” e sulla realizzazione di isole ecologiche”.

Un Piano – aggiungono – che grazie all’aumento consistente del numero degli operatori ci avrebbe consentito di non trovarci in queste condizioni di emergenza. Un Piano che eravamo disposti anche a modificare, ove possibile e senza comprometterne l’efficacia, ma che registrò l’indisponibilità politica dell’allora opposizione – maggioranza. L’amministrazione Limoli, in campagna elettorale, aveva promesso di risolvere il problema dei rifiuti presentando un nuovo Piano basato sul sistema carretta-caretta, che avrebbe consentito non solo di risparmiare sulla bolletta ma addirittura di trasformare l’immondizia in risorsa, prospettando addirittura guadagni dalla vendita dei rifiuti. Promesse irrealizzabili e annunci, null’altro! Sin dal suo insediamento questa amministrazione non ha prodotto alcun atto politico-programmatico in tal senso. La responsabilità politica dell’amministrazione è aggravata dal fatto che, da diversi mesi, l’Ufficio Tecnico Comunale ha trasmesso alla Giunta un nuovo Piano Rifiuti, basato su quello già approvato dalla Regione, che, una volta definito nei dettagli finanziari da Giunta e Consiglio comunale, potrebbe immediatamente portare alla gara d’appalto per l’affidamento settennale del servizio”.

“Se l’amministrazione – affermano – si fosse già premurata di trasmettere il Piano al Consiglio comunale, è probabile che entro l’anno si sarebbe potuti partire con il nuovo sistema. Ma questo non è avvenuto per volontà politica precisa dell’attuale amministrazione, preoccupata soltanto di certificare l’ennesima balla raccontata in campagna elettorale ai floridiani. Noi, come opposizione, non ci sottraiamo alle nostre responsabilità e siamo pronti fin da subito a discutere il nuovo sistema di gestione dei rifiuti. Il Sindaco Limoli porti in Consiglio una proposta seria, tiri fuori dai cassetti quel Piano Rifiuti colpevolmente abbandonato e non faremo mancare il nostro contributo di idee e proposte. Tuttavia, è importante porre l’accento sullo sforzo che i cittadini devono compiere per non aggravare questa pesante situazione. L’incapacità dell’amministrazione non può e non deve essere un alibi per nessuno. Dobbiamo tutti impegnarci a differenziare, fin dove possibile, i nostri rifiuti e rispettare le indicazioni sugli orari e le modalità di conferimento”.

(Foto generica)


In alto