pubblicità elettorale
News

Floridia, un altro pezzo di storia della politica floridiana se n’è andato in silenzio. È deceduta Carmela Lombardo

FLORIDIA –  Un altro personaggio che ha fatto la storia politica e sociale della comunità floridiana se n’è andato. È deceduta Carmela Lombardo già assessore ai servizi sociali e consigliere comunale di Floridia. Appresa la notizia della morte dell’ex assessore, i vari esponenti di partiti e movimenti ma anche gente semplice si è stretta al dolore della famiglia Lombardo.

“Con la scomparsa di Carmela Lombardo si chiude una delle più belle ed intense pagine della storia politica di Floridia. Donna forte, passionale, volitiva, sapeva imporsi sopra tutto e tutti: decisa, determinata, astuta – dichiara il semiologo Salvo Sequenzia – , Carmela Lombardo era dotata di quella “metis” – l’intelligenza in grado di trasformare il reale cogliendo il senso dell’opportunità e della necessità dell’agire temperando aspetti negativi e positivi – che naturaliter l’avviò a una carriera politica lunga, brillante e piana di soddisfazioni. Carmela Lombardo faceva l’infermiera professionale e lavorava all’ospedale Umberto I di Siracusa.  Militante ed attivista del vecchio Partito Comunista Italiano, vicina alle posizioni del leader indiscusso, l’onorevole Paolo Romano, Carmela Lombardo era una donna del popolo, cresciuta nel quartiere del “Chianu i Masciu Vartulu”, conosciuta ed apprezzata dalla comunità non solo per la sua professione, ma per le battaglie a difesa dei diritti delle donne e di chi “non aveva nome”, che ella si intestava, all’interno del partito di appartenenza, tra la fine degli anni sessanta e la metà degli anni settanta del secolo scorso. Carmela Lombardo ha ricoperto nel suo paese prestigiose cariche pubbliche, sia in seno al massimo consesso civico, sia nell’amministrazione comunale. È stata consigliere comunale – eletta tra le fila del P.C.I. sempre, con una messe di consensi elettorali – assessore comunale ai servizi sociali e vice-sindaco”.

Assessore alla sanità nel 1979, nel 1986 al bilancio, annona e personale; nel 1987 vice-sindaco e assessore all’annona e alla polizia municipale; nel 1991 assessore alla programmazione, bilancio, finanze e patrimonio. Nel 1993, con l’amministrazione Ortisi, viene designata vice-sindaco con delega alla politiche sociali e alla sanità. Lo stesso incarico ricoprirà nel 1997, nel 1999 e nel 2002 con l’amministrazione Rudilosso.

Di grande rilievo è stato il suo impegno nel campo della solidarietà sociale, dimostrando nello svolgimento della sue funzioni assessoriali, una capacità di impegno, di dedizione e di lavoro non comune che portò, agli inizi degli anni novanta e sino al 2002, ad innovare e a potenziare i servizi sociali imprimendogli quell’impronta di specializzazione e razionalizzazione che li scardinarono definitivamente dalla funzione “assistenziale” e pietistica che li aveva caratterizzati sino alla fine degli anni ottanta.

“Carmela Lombardo, in nome della coerenza e della difesa della dignità degli ultimi, degli emarginati, dei diversi e del “nuovo” – inteso nell’accezione profonda dello svecchiamento di una classe dirigente e politica a favore del rinnovamento e del ricambio generazionale e dell’avvento di una nuova classe dirigente alla guida della città  – aggiunge Sequenzia – non esitò a compiere scelte estreme, sacrificando il “particulare” delle proprie posizioni consolidate, del prestigio e delle cariche nell’interesse della comunità. Lasciò, infatti, il partito in cui era cresciuta, dove si era formata – il PCI – partito che aveva amato come la sua casa e la sua famiglia e che aveva contribuito a costruire, a consolidare e a strutturare, quando avvertì che esso si era definitivamente chiuso a riccio tagliando i ponti con il contesto di riferimento, che non dialogava più con i ceti popolari, con le masse, con gli ultimi, avviandosi a interpretare le istanze dei ceti borghesi e intellettuali.  Abbracciò, in quella fase di crisi e di passaggio, le idee del movimento Primavera Floridiana, divenendo ben presto il braccio operativo di Egidio Ortisi, che ne intuì le doti e ne valorizzò le potenzialità e le idiosincrasie, affidandole incarichi apicali nelle amministrazioni da lui guidate. Carmela Lombardo ha combattuto anche nel mondo del sindacato ospedaliero e in quello di partito, non dimenticando mai le sue origini umili, semplici, popolari. Fondamentale il suo impegno per la nascita del centro diurno per anziani “Paolo Adorno” che ha guidato per decenni, sino a pochi giorni fai, trasformandolo in un punto di riferimento per la comunità di anziani di Floridia. Non si contano gli interventi promossi nel campo delle politiche sociali durante la sua attività di assessore: dalla promozione dei soggiorni termali per anziani, all’attivazione dei servizi destinati ai disabili; agli interventi a sostegno delle fasce più fragili della popolazione; alle attività culturali e ricreative, alle gite di istruzione riservate agli anziani, anticipando – nel metodo e nella prassi – le strategie di intervento sulla terza età oggi promosse dagli enti locali”.

La salma dell’ex assessore sarà accolta nell’aula consiliare del Comune di Floridia, dove rimarrà fino alle ore 15. I funerali si terranno in Chiesa Madre.


La Gazzetta Siracusana su facebook

LE CITTÀ DEL NETWORK

Copyright © 2023 La Gazzetta Siracusana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2016/2023 PF Editore

In alto