Politica

Floridia, vicenda Vignalonga, il consiglio comunale istituisce una commissione d’inchiesta

FLORIDIA – Il consiglio comunale di Floridia  ha istituito una commissione d’inchiesta riguardante l’istituzione di una commissione d’inchiesta “verifica idoneità strutturali, urbanistiche e sociali, dei centri di accoglienza esistenti o potenzialmente destinabili a tali finalità come nel caso già discusso relativo al quartiere Vignalonga”. Della commissione d’inchiesta fanno parte i capigruppo dei vari gruppi presenti in consiglio comunale e avrà durata fino al 30 aprile del 2017. Il coordinatore della commissione d’inchiesta è il consigliere comunale Milo Giarratana.

Il consigliere comunale Milo  Giarratana ci ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Siamo contenti intanto per aver raggiunto questo risultato perché ormai da mesi andava avanti questa situazione e non si riusciva ad avere una posizione netta anche da parte del consiglio comunale che invece questa volta si è schierato in maniera netta. Purtroppo per la gran parte dei capogruppo consiliari che sono presenti in questo consiglio comunale bisogna che tutti siano presenti alla commissione d’inchiesta o per lo meno il minimo per raggiungere la validità della commissione. Questo non ci scoraggia e sicuramente abbiamo degli strumenti in più per andare aventi e per controllare effettivamente quelle che sono le situazioni sia esistenti, sia istituendi. A me interessa il discorso di Vignalonga per cercare di capire effettivamente qual è la situazione, qual è lo stato in corso e cosa si deve fare per essere garantita la validità igienico-sanitaria dei centri”.

Salvo Burgio del gruppo consiliare Insieme per Floridia aggiunge: “Così come è composta la commissione rischia di non poter svolgere il proprio compito perché una volta che tutti i componenti dei gruppi consiliari devono essere presenti  nella commissione, visto la frammentazione del consiglio comunale, vi sono dodici gruppi consiliari quindi si capisce benissimo che per raggiungere il numero legale per la validità della commissione dovranno essere presenti sette consiglieri comunali. Quindi questa commissione consiliare d’inchiesta nasce con delle difficoltà oggettive di funzionamento”.


In alto