Cronaca

Francofonte, operatore ecologico catanese arrestato per atti persecutori all’ex fidanzata

FRANCOFONTE – I Carabinieri della Compagnia di Augusta, nel corso della notte, hanno tratto in arresto per il reato di atti persecutori, percosse e violazione di domicilio C.A.A., trentenne, di Catania, operatore ecologico, incensurato.

L’uomo, che non aveva accettato la fine della sua relazione sentimentale con una donna di Francofonte, da quasi un anno la molestava e minacciava telefonicamente, ma ieri, in preda alla sua ossessione, si è recato presso l’abitazione dell’ex fidanzata e, scavalcando la finestra, vi si è introdotto.

Fortunatamente, la donna non era presente e quando l’uomo si è trovato dinanzi solo i parenti conviventi che lo invitavano ad uscire, in preda ad un raptus di gelosia, li ha aggrediti, per poi abbandonare l’abitazione e, a bordo della sua autovettura, dedicarsi alla ricerca della donna. Fulmineo e consistente è stato l’intervento dei Carabinieri di Francofonte che, attivati da una telefonata, setacciando via per via il paese, immediatamente si sono messi alla ricerca dell’uomo intercettato e bloccato dopo pochissimo nelle vie del centro.

La donna sta bene ed ha messo la parola fine a questo incubo. Il trentenne è stato quindi tratto in arresto per atti persecutori, percosse e violazione di domicilio e tradotto, su disposizione dell’autorità giudiziaria, presso la casa circondariale “Cavadonna” di Siracusa.


In alto