pubblicità elettorale
Difesa Esteri Sicurezza

LA Marina Militare partecipa all’esercitazione antinquinamento Caralis 2016

NaveOrioneaa

La Marina Militare organizza a Cagliari nei giorni 6 e 7 luglio l’esercitazione antinquinamento marino Caralis 2016. L’esercitazione si inquadra tra le attività addestrative svolte dalla Marina Militare per assicurare la prontezza e il mantenimento delle capacità delle unità navali responsabili delle operazioni di contrasto dell’inquinamento marino da idrocarburi o da altri agenti, a tutela della fauna e della flora marine, capacità di tutela ambientale che esaltano la versatilità delle navi della Marina Militare, da sempre impegnate a contribuire nei campi della pubblica utilità e della tutela ambientale. L’esercitazione Caralis 2016 inizierà il 6 luglio con il Seminario “Contrasto all’inquinamento e tutela dell’ambiente marino”, giunto alla sua nona edizione, che si terrà presso l’aula magna A. Boscolo dell’Università degli Studi di Cagliari. Vi prenderanno parte tecnici specializzati in materia di antinquinamento marino e qualificati rappresentanti del mondo accademico.  Il 7 luglio, nelle acque antistanti Cagliari, si svolgerà la fase in mare della Caralis 2016, con unità navali della Marina Militare che faranno fronte in uno scenario fittizio ad uno sversamento in mare di idrocarburi, che si simulerà siano fuoriusciti da una unità mercantile in seguito ad un incidente. Nell’ottica della tutela ambientale propria dell’esercitazione Caralis 2016, in aderenza al progetto “Flotta Verde” per navi militari sempre più eco-efficienti, la Marina Militare impiegherà durante l’esercitazione biocarburanti provenienti da fonti sostenibili, riducendo così l’impiego di derivati petroliferi e le emissioni inquinanti.

 


La Gazzetta Siracusana su facebook

LE CITTÀ DEL NETWORK

Copyright © 2023 La Gazzetta Siracusana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2016/2023 PF Editore

In alto