Politica

Melilli, cessata sospensione di Giuseppe Carta dalla carica di sindaco

MELILLI – Nei giorni scorsi, il 20 novembre, è stata revocata dal Tribunale di Siracusa la misura cautelare del divieto di dimora nel suo comune applicata nei confronti del sindaco di Melilli, Giuseppe Carta. Pertanto, il prefetto Giusi Scaduto, con decreto del 23 novembre, ha disposto la cessazione degli effetti della sospensione del predetto dalla carica di sindaco, “essendo venuto meno il presupposto di cui all’art. 11, comma 2 del D. Lgs. n. 235/2012 (c.d. Legge Severino)”, come si apprende dal comunicato ufficiale odierno.

Carta era stato arrestato nel febbraio 2019 nell’ambito dell’operazione “Muddica”, quando gli investigatori del commissariato di pubblica sicurezza di Priolo Gargallo conclusero le indagini su alcuni appalti pubblici. Nei confronti del primo cittadino, sotto processo insieme ad altri otto soggetti, sono stati applicati dapprima gli arresti domiciliari e poi la più tenue misura cautelare del divieto di dimora a Melilli. Dal 23 novembre è rientrato nelle funzioni di sindaco.

“Adesso è arrivato il momento di andare avanti, lo devo alla mia gente, alla mia famiglia, alla mia città – ha scritto Carta sulla sua pagina social, subito dopo la revoca del divieto di dimora – Torno a Melilli, ritorno a casa, un’altra volta al mio posto”.


In alto