News

Noto, boom estivo di turisti nella capitale del barocco

NOTO – La stagione estiva 2016 va concludendosi e i numeri relativi alle presenze turistiche in città segnano un ulteriore incremento di presenze. Un dato assolutamente positivo che pone Noto tra le mete turistiche più ambite ed in piena ascesa in termini di flussi in entrata. Questa condizione induce però ad una riflessione più ampia e impegnativa, il destino della comunità netina che vede da un lato una prospettiva unica di posizionamento nel gotha del turismo internazionale e dall’altro gli effetti nefasti di una crisi economica che non accenna a diminuire il proprio impatto in un sistema economico locale ancora troppo debole e che necessità di ulteriori azioni pubbliche e private.

Questo percorso è strettamente connesso ad una crescita complessiva del sistema locale, con un impegno di ciascun attore, le imprese devono riorganizzarsi ed operare in sinergia per favorire destagionalizzazione e sviluppo, questo passa anche da un dialogo forte con l’amministrazione comunale. Obiettivo è quello di condividere azioni fondamentali per individuare le priorità per le micro e piccole imprese, effettuare un contrasto serrato all’abusivismo dei tanti individui che operano senza alcuna posizione di impresa, senza partita iva né posizioni previdenziali facendo una vergognosa concorrenza nei confronti di chi rispetta le regole, pianificare una programmazione di lungo periodo prevedendo anche progettualità pubblico/private per sostenere la crescita del territorio e favorire una fiscalità locale incentrata sul virtuosismo della relazione tra ente e cittadino/utente.

Questo processo partirà con un incontro programmato per il 29 Settembre alle ore 19.00 presso la sede cittadina di via Bovio, 12 (sotto la sede del giudice di pace). In quella sede verranno illustrate le proposte di CNA per condividerle con le imprese e definito il testo di un protocollo d’intesa da proporre all’amministrazione comunale per il contrasto all’abusivismo. Tutto ciò in vista di un incontro da richiedere appunto al primo cittadino.

“CNA a Noto intende essere parte attiva di questo percorso al fianco delle imprese per fornire loro strumenti fondamentali per la crescita professionale attraverso sistemi di affiancamento sulla formazione (attraverso fondi interprofessionali), credito (attraverso Unifidi Imprese Sicilia), finanziamenti agevolati (con l’ufficio finanza agevolata di CNA), internazionalizzazione (con l’ufficio specifico di CNA Nazionale) e tanto altro. Consideriamo fondamentale la nostra presenza nel territorio – dichiara Giovanni Casto presidente comunale di CNA Noto – e per questo stiamo rilanciando la nostra attività a Noto. Puntiamo a sostenere un processo di consolidamento delle buone prassi osservate negli ultimi anni e di condividere azioni utili per il territorio con strumenti già alla nostra portata, noi cercheremo di fare la nostra parte consapevoli che dal dialogo e dalla condivisione passa il rilancio della città e del territorio”.


In alto