Archivio

Noto, “Infiorata di Noto”: l’edizione 2015 sarà ricordata anche per l’apertura alla città del Palazzo Rau della Ferla

palazzo RauNOTO – Conto alla rovescia iniziato per l’apertura ufficiale della XXXVI edizione dell’Infiorata di Noto- Benvenuta Catalunya.

La manifestazione più importante della Città è come uno scrigno pieno di tesori, tutti da scoprire e vivere in queste giornate calde e solari di metà maggio; sono tantissimi gli eventi collaterali alla realizzazione dello stupendo tappeto di fiori in via Nicolaci.

Ma l’edizione 2015 sarà ricordata anche per l’apertura alla città del Palazzo Rau della Ferla, indiscusso gioiello del centro storico, restaurato di recente grazie ai proprietari dei singoli appartamenti. E proprio uno di questi proprietari, l’imprenditore milanese Giuseppe Zen ha deciso di concedere le sue stanze, ad uso gratuito, al Comune per la realizzazione della mostra d’arte contemporanea “Rau con/temporary box (apertura di Palazzo Rau della Ferla) a cura di Vincenzo Medica per Studio Barnum. Esposizione di punta sarà “L’esercito della speranza di Orazio Coco, che verrà presentata, in occasione dell’inaugurazione, dal professore Paolo Giansiracusa. “Abbiamo avviato, nell’occasione, un rapporto di collaborazione con i proprietari di immobili di pregio -dichiara il Sindaco Corrado Bonfanti- per poter far conoscere e far fruire gli stessi attraverso mostre d’arte. In questo modo raggiungiamo due obiettivi: avere più luoghi che ospitino artisti, e le cui richieste sono in aumento considerevole, e far conoscere il nostro patrimonio architettonico non solo dall’esterno ma anche all’interno, con tutte le peculiarità di cui questi immobili sono ricchi. Ringrazio Giuseppe Zen per la disponibilità e sono certo che questo gesto potrà iniziare un processo di emulazione importante”.

Azione amministrativa sotto la guida del Sindaco Bonfanti, incisiva e proficua a ben vedere la serie di opportunità in continua evoluzione. “I nostri palazzi – dichiara il vice Sindaco ed Assessore alla Cultura Cettina Raudino- sono dei musei che possono prendere vita con queste iniziative. Possiamo, grazie a questa opportunità per la quale ringrazio Giuseppe Zen, immaginare una nuova stagione di collaborazione con persone lungimiranti come lui in un orizzonte più ampio del termine mecenatismo culturale. Ciò può e deve innescare buone pratiche grazie ad un meccanismo di emulazione. Noto si scopre non soltanto nel suo impianto esterno di assoluto pregio ma di un “cuore” ancora segreto ai più e che invece deve essere scoperto e fruito”.

Presente all’inaugurazione il proprietario di parte del Palazzo Rau della Ferla, Giuseppe Zen: “Frequentando altre città d’arte ho constatato come l’arte può e deve avere collocazioni diverse. Mi è sembrato umanamente doveroso allora, nei confronti dell’arte, aprire questo spazio, testimonianza storica di Noto e della Sicilia in generale, che ho fatto restaurare nel suo impianto statico da alcuni anni. Lo interpreto come un dovere, perché metterlo a disposizione delle comunità, considerato che la comunità siamo noi, significa fare un omaggio a sé stessi”. Filosofia semplice ma efficace. “Adesso ho molta curiosità di tornare a Noto per vedere come si è sviluppata la nostra idea artistica- conclude Giuseppe Zen- Ho piena fiducia nell’Amministrazione sensibile a questa proposta, in Vincenzo Medica, studio Barnum, che si occupa dell’allestimento, e ringrazio il mio architetto per quanto fatto sin qui”.

L’inaugurazione, come detto, avverrà nella serata di venerdì 15 maggio dopo che alle 17 ci sarà l’apertura di via Nicolaci con l’inizio dell’attesa posa dei petali, da parte degli infioratori per la realizzazione dell’Infiorata.

APPUNTAMENTI:
– giovedì 14 maggio ore 16,30 in Sala degli Specchi di Palazzo Ducezio, il Sindaco Corrado Bonfanti e le autorità accoglieranno la delegazione del governo Catalano, della città di Caldes, della Federazione Catalana Catifaires, gli infioratori ed artisti catalani;
– venerdì 15 maggio ore 17 inaugurazione Infiorata 2015;
– venerdì 15 maggio ore 19 inaugurazione Casa Catalunya.


La Gazzetta Siracusana su facebook

LE CITTÀ DEL NETWORK

Copyright © 2023 La Gazzetta Siracusana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2016/2023 PF Editore

In alto