Cronaca

Noto, maxi blitz carabinieri nel quartiere dei “caminanti”. Sequestro di armi, munizioni e 100mila euro

NOTO – Dalle prime ore del mattino, i carabinieri del comando provinciale di Siracusa, con l’ausilio dei colleghi dei comandi provinciali di Ragusa, Caltanissetta, Palermo e Agrigento, dello squadrone eliportato cacciatori di Sicilia, della compagnia di intervento operativo del 12° Reggimento “Sicilia” di Palermo, di unità cinofile e di un elicottero dell’Elinucleo di Catania, hanno passato al setaccio il popoloso quartiere abitato, in larga parte, da appartenenti alla comunità nomade dei “caminanti”.

L’attività dei carabinieri era finalizzata alla ricerca di armi e trae origine dal recente ferimento di un minore appartenente alla comunità nomade.

Mentre 60 carabinieri cinturavano il quartiere per impedire a chiunque di entrarne e di uscirne senza essere controllato o perquisito, il dispositivo perquisiva le sfarzose residenze ivi presenti anche attraverso l’ausilio delle unità cinofile addestrate per la ricerca di armi, droga e per la gestione dell’ordine pubblico.

Durante le perquisizioni sono state rinvenute 10 pistole, centinaia di munizioni, circa 120.000 euro in contanti, 3 pugnali ed una carabina.

Tutte le armi sono state sequestrate e saranno inviate al RIS di Messina per verificare se tra queste vi è quella che ha sparato contro il minore.

Il denaro è stato sequestrato ed è stata avviata una indagine patrimoniale a 360 gradi. Non si spiega infatti come soggetti che asseriscono essere arrotini o di vivere di espedienti, riescano ad accumulare tata ricchezza circondandosi di tanto lusso che trasuda dalle loro residenze che, benché siano in larga parte abusive, presentano al loro interno ogni comfort.

Durante i controlli i Carabinieri hanno supportato il lavoro dei tecnici dell’Enel che hanno accertato decine di allacci abusivi alla rete elettrica con conseguente denuncia in stato di libertà dei proprietari degli immobili.

Altri soggetti sono stati denunciati per ricettazione essendo stati trovati in possesso di veicoli e merci provento di furto.

Al termine delle operazioni un uomo è stato arrestato per il possesso di armi e munizioni e condotto presso la Casa Circondariale “Cavadonna” di Siracusa ove permarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria aretusea.

Indagini sono in corso per risalire alla provenienza delle armi in sequestro e per far luce sul grave episodio di fuoco che ha visto un minore vittima di un colpo d’arma da fuoco e sul quale indagano i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Siracusa e del Nucleo Operativo di Noto (SR).


In alto