Lifestyle

Perché gli uomini hanno paura dei tarocchi?

I tarocchi sono un mezzo utilizzato per rassicurare sugli avvenimenti futuri riguardanti la vita di un singolo, una pratica oggi diventata più comune che in passato perché non più considerata una forma di magia a cui si può più o meno credere, ma un modo per condizionare le proprie scelte in una direzione positiva, ma soprattutto propositiva. Molti gli esperti presenti anche online che possono dare consigli e delucidazioni su una situazione piuttosto che un’altra e che rassicurano in momenti che possono essere d’insicurezza personale. In questo senso la pratica della lettura delle carte è sempre sulla cresta dell’onda e ha conquistato anche quella fazione di correnti di pensiero più razionali alla continua ricerca di spiegazione e motivazioni per ogni evento. Assieme ai tarocchi, online si trovano anche esperti di astrologia inlinea e cartomanzia.

I tarocchi, nonostante l’evoluzione positiva conquistata negli ultimi anni fanno ancora molto paura: in molti preferiscono non sapere, non chiedere, non curiosare tra le varie immagini presenti nell’ambito mazzo di carte piuttosto che accanirsi su un aspetto che potrebbero cambiare gli eventi delle propria vita. I tarocchi nascono per suscitare emozioni, per ricordare qualcosa del passato che può essere scomodo o addirittura fastidioso ma che soprattutto può porre davanti a scelte fino ad ora rimandate.

Solitamente ad aver maggiormente paura dei tarocchi sono soprattutto gli uomini, per niente temerari si fanno condizionare eccessivamente da risposte e analisi degli addetti ai lavori che andrebbero invece filtrati secondo le proprie esigenze. Il sesso maschile solitamente si pone, ma solo per difesa, nei confronti di questa pratica in modo scettico e a volte anche critico, non pone mai la curiosità al primo posto e rifiuta per proteggersi l’analisi fatta di una carta rispetto ad un’altra in riferimento ad alcune condizioni di vita che lo riguardano.

  • Appeso, Morte, Torre e Diavolo: le carte che più spaventano

Alcuni recenti studi hanno affermato che il sesso maschile è molto spesso ostile a confrontarsi con i tarocchi, alcune figure note mostrate durante un confronto con cartomanti professionisti attivano un meccanismo di rifiuto e difesa: l’Appeso, la Morte ma anche la Torre del Diavolo sono figure che suscitano inquietudine, una reazione di difesa difficile da superare. Superare questo contrasto è possibile magari affidandosi a cartomanti online, accreditati e professionisti in grado di spiegare al meglio i tanti significati, non per forza negativi, di alcune figure, ma soprattutto rassicuranti.

In fondo la cartomanzia può essere considerata anche uno strumento in grado di rassicurare chi si trova in un momento incerto della propria vita, la presenza di un simbolo rispetto ad un altro può essere solo d’auspicio e condizionante in una scelta. Aspetti tutti questi poco considerati dal genere maschile che mostra soprattutto un atteggiamento scettico, a differenza delle donne che invece hanno dimostrato nel tempo di saper equilibrare le decisioni, prendere consigli e farsi rassicurare anche da un esperto cartomante, che è in grado d’analizzare ma senza mai condizionare le scelte altrui.

Per ottenere il massimo da un consulto dei tarocchi è importante affidarsi a persone esperte e competenti in grado di trarre da ogni immagine un messaggio strettamente personale e legato all’individuo che lo ha richiesto. In questo contesto esistono piattaforme online come giupiter.com che permettono  a chiunque di provare l’esperienza della astrologia inlinea attraverso un consulto telefonico.


In alto