Archivio

Primavera Floridiana chiede la rimozione dell’antenna di viale Marina di Melilli

 

DSCN0266 DSCN0269

FLORIDIA – “Un’Ordinanza di rimozione dell’Antenna con l’indicazione di un sito, possibilmente pubblico, per l’installazione della stessa lontano da strutture sensibili (scuole, edifici pubblici in genere, e zone ad alta densità abitativa)” è quello che chiedono al Sindaco il segretario e i consiglieri comunali di Primavera Floridiana. “E’ l’unico provvedimento – spiegano – in virtù del parere espresso dal suo consulente di fiducia, pagato con i soldi della comunità, doveva agire di conseguenza con l’unico provvedimento possibile” citato sopra.  La proposta è stata fatta durante una conferenza stampa alla quale hanno preso parte il segretario di Primavera Floridiana Stefano Petruzzello e i consiglieri comunali, Lo Giudice, Giuliano e Caccamo. Alla conferenza stampa era anche presente l’On. Egidio Ortisi e alcuni componenti del direttivo.

La vicenda è legata alla antenna Wind installata in via Marina di Melilli a Floridia vicino ad una scuola, e alle abitazioni, e ad elisuperficie. L’antenna è stata installa nel mese di novembre ed ha suscitato molte proteste da parte dei cittadini di quella zona. In quelle settimane il gruppo consiliare di Primavera Floridiana aveva presentato un’interrogazione al sindaco dove chiedevano delucidazioni in merito. Durante la conferenza stampa è stata letta la relazione tecnica del 16 dicembre 2014 effettuata da un consulente nominato dal sindaco dove si evince che tale antenna non poteva essere installata in quella zona.

“In un’interrogazione – dichiara il segretario Petruzzello – presentata al sindaco dal gruppo consiliare di Primavera Floridiana in cui si chiedevano delucidazione, sia dal punto di vista tecnico che procedurale, in ordine all’installazione di un’antenna di telefonia mobile in Viale Marina di Melilli (di fronte la scuola di via Fava), il primo cittadino dava incarico professionale ad un suo consulente di fiducia per redigere una perizia per verificare la legittimità delle procedure seguite per le autorizzazioni e la compatibilità dell’antenna con il sito dove è stata installata. Il consulente – dichiara Petruzzello – incaricato è giunto alla conclusione che non è stata rispettata la procedura per la concessione dell’autorizzazione in dispregio del regolamento comunale specifico; non è stata rispettata la destinazione urbanistica dell’area dove insiste l’antenna (cittadella dello sport); non può essere installata in prossimità dell’eliporto di Vignalonga per le sue caratteristiche”.

Salvatore Pappalardo

 


La Gazzetta Siracusana su facebook

LE CITTÀ DEL NETWORK

Copyright © 2023 La Gazzetta Siracusana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2016/2023 PF Editore

In alto