Elezioni amministrative 2018

Priolo, Pippo Gianni presenta la sua candidatura a sindaco: “In tanti mi hanno chiesto di tornare in campo”. C’è il nome della lista

PRIOLO GARGALLO – Ambiente, salute, occupazione e risposte da dare ai giovani ed alle tante famiglie. Pippo Gianni ha presentato stamani la sua candidatura alla carica di sindaco di Priolo in vista delle elezioni previste per il 10 giugno. La sua lista si chiama “SiAmo Priolo” e verrà presentata con i candidati il 7 aprile all’hotel delle Palme.

Gianni, ex parlamentare nazionale e regionale che alla Regione è stato anche assessore, vuole dare il suo contributo da sindaco a Priolo, a distanza di 34 anni, quando era diventato primo cittadino della cittadina industriale del Siracusano. “Negli ultimi tre anni in cui non ho fatto politica – ha detto durante la sua conferenza davanti una sala gremita di sostenitori in via Pentapoli -, in tanti mi hanno chiesto di tornare in campo, ed ho deciso di dare il mio contributo spinto dall’amore per il territorio. Come obiettivo ho dato quello di riprendere tutte le attività che sono state lasciate o abbandonate da chi mi ha preceduto, ridando al paese dignità e riprendendo un dialogo serrato per far valere le prerogative di Priolo e dei priolesi alla zona industriale. Qui non si può continuare a pagare i danni, che sono le malattie di un ambiente devastato e la beffa di non avere più un lavoro. Ho lottato per avere scuole decenti, una guardia medica aperta anche la notte, un centro diurno, il Ciapi come centro di eccellenza per chi vuole imparare una professione, ma anche impianti sportivi. Tutto nel tempo è stato perso. Ed è una vera delusione vedere strutture edilizie pessime e strutture sportive fantasma”.

Su sanità legata all’ambiente intende intervenire da subito. “Coinvolgeremo i cittadini e provvederemo con tecnici e professionisti per avere delle centraline che sappiano in tempo reale controllare le emissioni di sostanze presenti nell’ambiente evitando le commistioni tra pubblico e privato che hanno prodotto danni in questi anni – ha detto Gianni – ridaremo contenuti ed operatività al piano di risanamento ambientale e obbligheremo le aziende dell’area industriale a versare una quota dei proventi tra i comuni dell’area ad elevato rischio industriale. Attenzione sarà data alla lotta all’amianto, chiederemo alla Regione di dare esecutività alla legge 30 e di produrre finanziamenti, attivando un centro per le patologie asbesto correlate al Muscatello di Augusta. Dovremo essere abili coinvolgendo inoltre i tanti giovani priolesi a saper creare impresa e studiare come attrarre le risorse previste dall’Unione europea”.

Tra i suoi competitor alla carica di sindaco ci sono Gianni Parisi, ex vicesindaco ed attuale presidente del consiglio comunale, Giusy Valenti, ex consigliera comunale vicina alle posizioni dell’ex sindaco Antonello Rizza. Nel Centrosinistra si fa avanti le possibili candidature di Alessandro Biamonte, ex consigliere comunale con la lista Prospettiva Priolo, vicino al deputato regionale Giovanni Cafeo ed all’ex assessore comunale di Siracusa Valeria Troia. Dal Movimento 5 stelle, che nelle ultime elezioni regionali e nazionali proprio a Priolo ha registrato il pieno di voti, non sarebbe esclusa la possibilità di vedere come candidata Teresa Lauria.


getfluence.com
In alto