News

Priolo, ripristinati gli arresti domiciliari per l’ex sindaco Rizza. I legali: ricorso alla Corte di Strasburgo

PRIOLO GARGALLO – Ripristinati gli arresti domiciliari a carico dell’ex sindaco di Priolo, Antonello Rizza. Lo ha disposto la Corte di Cassazione che ha rigettato il ricorso dei legali di Rizza, dopo l’arresto avvenuto il 14 ottobre scorso nell’ambito dell’operazione denominata “Res publica” condotta dalla polizia e coordinata dalla Procura di Siracusa.

L’indagine si era conclusa con l’accusa di truffa e turbativa d’asta a carico dell’ex sindaco di Priolo. In quella fase il gip Giuseppe Tripi aveva accolto l’istanza presentata dagli avvocati di Rizza, Domenico Mignosa e Tommaso Tamburino, disponendo il divieto di dimora a Priolo per l’ex sindaco.

Il provvedimento aveva consentito allo stesso di poter proseguire la propria campagna elettorale per le elezioni regionali. Contro questa decisione il pubblico ministero Margherita Brianese aveva presentato ricorso e, prima il Riesame e oggi la Cassazione, le hanno dato ragione. I legali intendono dare battaglia e sono intenzionati a proporre ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo.

(foto di repertorio)


In alto