Politica

Salvini, Primo maggio al Porto di Augusta: “Penalizzato da business migranti”

AUGUSTA – “Questo splendido mare potrebbe essere una ricchezza per la Sicilia e invece è business per chi specula sull’immigrazione senza controllo. Il Porto di Augusta dà lavoro a migliaia di persone: l’anno scorso ha movimentato 27 milioni di tonnellate di merci. E invece è stato dimenticato anche dalla Regione Siciliana e da Crocetta che spero i siciliani mandino presto a casa”. Ha avuto tempo anche per una frecciata alla Regione siciliana, Matteo Salvini, nella sua giornata di ampia denuncia riguardo a una realtà megarese e siciliana penalizzata dagli sbarchi.

Primo maggio al porto di Augusta per il leader della Lega con diversi affondi. Dalla nostra provincia ha lanciato la sua solidarietà al procuratore di Catania Carmelo Zuccaro e, nella giornata del lavoro, ha denunciato: “L’immigrazione è un’enorme droga del mercato del lavoro”. “Ad Augusta – ha detto – per denunciare un business da miliardi di euro. Il procuratore di Catania Zuccaro – ha aggiunto – ha tutto il mio sostegno per andare fino in fondo”. Il riferimento è alle polemiche seguite alle dichiarazioni del procuratore di Catania in cui denunciava contatti tra alcune Ong e i trafficanti di esseri umani. “Pensate – ha proseguito Salvini – che il Csm l’ha convocato per il 3 maggio. Una volta tanto che c’è un giudice che indaga e che vuole andare fino in fondo lo richiamano. Dice che c’è un business dietro all’immigrazione. Ci sarebbero alcune Ong che sono in contatto con gli scafisti”. Stoccata anche a Luigi Di Maio e ai Cinque stelle che in queste ore si schierano con il procuratore Zuccaro: “A Bruxelles la scorsa settimana hanno votato per rifinanziare Frontex. Qui solidarizzano con Zuccaro poi a Bruxelles votano per lo scafismo di Stato”.


In alto