News

Siracusa, allerta meteo declassata ad “arancione”. Scuole resteranno chiuse in provincia

SIRACUSA – Prolungata l’allerta meteo, ma declassata da “rossa” ad “arancione” per la provincia di Siracusa dal pomeriggio di questo martedì 26 ottobre fino all’intera giornata di domani, mercoledì 27 ottobre.

Pertanto i sindaci dei comuni siracusani, come avvenuto nei giorni scorsi di concerto con l’Unità di crisi prefettizia, disporranno la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, per il terzo giorno consecutivo. Hanno inoltre invitato i rispettivi concittadini a limitare al massimo gli spostamenti e ad avere comportamenti adeguati alla situazione operativa di “preallarme”.

La pioggia ha allentato la morsa su gran parte del Siracusano nella seconda parte della giornata. Nelle ultime quarantott’ore, sono caduti dai 10 mm di precipitazioni piovose su Pachino ai 170 mm di Lentini, con la quantità rilevata dal Sias crescente da sud verso il nord della provincia. Sono numerosi gli interventi da parte di protezione civile, vigili urbani, vigili del fuoco e forze dell’ordine.

Nulla di paragonabile a quanto si è abbattuto sul Catanese, che ha visto 265 mm di precipitazioni piovose nelle ultime quarantott’ore (rilevazione della stazione Sias del capoluogo etneo) e che ha subito il secondo lutto in due giorni.

Oggi a Gravina di Catania ha trovato la morte un uomo di 53 anni (e non una giovane come si era appreso in un primo momento), originario di Pedara ma residente a Catania, annegato nel fiume in piena creato dal nubifragio che da ore si abbatteva sulla provincia etnea. Il corpo è stato trovato da volontari della Misericordia sotto l’auto.

Ieri la morte di un 67enne di Scordia, anch’egli presumibilmente sceso dall’auto, il cui corpo è stato ritrovato dai ricercatori in un agrumeto quasi al confine con Lentini, a un paio di chilometri di distanza dall’ultimo avvistamento nel territorio del comune catanese. Mentre continuano le disperate ricerche, a Scordia e nelle campagne vicino Lentini, della moglie di 61 anni, che si trovava nella stessa auto.

(Foto generica)


In alto