News

Siracusa, bilancio Arma dei Carabinieri: ecco le maggiori operazioni svolte dai militari della Benemerita

SIRACUSA – Sotto il profilo della prevenzione, un importante successo raggiunto nel corso dell’anno è stata l’istituzione, dall’1 luglio al 31 agosto, del posto fisso stagionale di Marzamemi, una novità fortemente voluta dall’Arma dei Carabinieri e dall’amministrazione comunale di Pachino al fine di incrementare la sicurezza in un borgo caratterizzato da una crescita esponenziale negli ultimi anni e da un sempre maggiore afflusso di turisti, con particolare riguardo alla stagione estiva. Il presidio, oltre ad un ufficio denunce, ha garantito la quotidiana presenza di pattuglie a piedi ed automontate, al fine di andare incontro alle particolari esigenze di residenti, commercianti e turisti, che ha dato positivi riscontri anche in termini operativi.

L’anno si è contraddistinto, anche, per alcune operazioni di Polizia Giudiziaria che sono state condotte dai reparti dell’Arma. In particolare, tra le principali si evidenziano: il 24 gennaio, in Siracusa, i Carabinieri del Nucleo Investigativo hanno sottoposto a fermo di  indiziato di delitto un uomo di vertice del clan mafioso “Trigila”, perché ritenuto responsabile di associazione di tipo mafioso, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di arma clandestina;  il 27 febbraio i militari della Stazione di Canicattini Bagni hanno tratto in arresto un uomo nella flagranza del reato di tentato omicidio, per aver colpito alla testa con un’ascia un venditore ambulante del posto;  il 4 marzo i Carabinieri del Comando Stazione di Solarino, a termine di un’attività info-investigativa, hanno proceduto al fermo di 4 soggetti, un italiano e 3 ghanesi, per i reati di associazione per delinquere finalizzata alla ricettazione. La banda disponeva di due depositi, uno a Solarino e l’altro a Floridia, dove venivano nascoste moto di grossa cilindrata rubate soprattutto a Catania. L’operazione ha consentito di recuperare 32 motociclette e numerose parti meccaniche dalle quali erano stati asportati i numeri di telaio; il 15 marzo, i militari della Stazione CC di Lentini traevano in arresto un pregiudicato del luogo per detenzione di un’arma clandestina e di circa 170 gr. di sostanze stupefacenti; tra il 17 ed il 18 maggio, in Siracusa, il Nucleo Investigativo Provinciale, in due operazioni ha tratto in arresto tre persone e sequestrato 2,8 kg. di cocaina.

 Il 29 giugno, i Carabinieri della Stazione di Carlentini, hanno tratto in arresto 4 malviventi per tentata rapina, poiché si erano introdotti, attraverso un foro praticato in una parete, all’interno dell’ufficio postale di Pedagaggi, in attesa dell’arrivo del Direttore per l’apertura della cassaforte;  il 30 giugno i militari della Stazione Carabinieri di Lentini sono intervenuti in una rapina presso la locale Banca Monte dei Paschi di Siena ed hanno arrestato, in flagranza di reato, i 2 malviventi; il 6 luglio, in Siracusa, il Nucleo Investigativo Provinciale, ha tratto in arresto una persona e sequestrato mezzo chilo di cocaina;  il  7 luglio i Carabinieri della Stazione di Rosolini hanno tratto in arresto in flagranza del reato di tentato omicidio ed atti persecutori nei confronti della compagna un cittadino marocchino, da anni stabilmente residente in Italia;    il 10 settembre i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Siracusa, unitamente a personale della Tenenza di Floridia, hanno tratto in arresto tre giovani, di cui 2 minorenni, autori, poche ore prima, dell’omicidio di Sebastiano SORTINO, e ritrovato l’arma del delitto;   il 20 settembre, i Carabinieri della Compagnia di Augusta, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dalla Procura della Repubblica di Siracusa, hanno tratto in arresto  i fratelli GIACOTTO Antonino e Giancarlo perché’ ritenuti responsabili dell’omicidio di BARBARO Antonino, avvenuto in Francofonte (SR) il 3 novembre 2014;  il 24 settembre i militari della Stazione Carabinieri di Francofonte, intervenuti in una rapina presso il locale ufficio postale, arrestavano in flagranza di reato, i 3 malviventi; il 26 ottobre, in Belvedere, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Siracusa hanno arrestato il ricercato Vincenzo ALVARO, originario di Sinopoli (RC) ed appartenente all’omonimo clan calabrese, colpito da due ordinanze di custodia cautelari in carcere per associazione a delinquere finalizzata al traffico di ingenti quantitativi di sostanza stupefacente. Ulteriori indagini hanno permesso di denunciare per favoreggiamento, un trentenne di Belvedere che ha aiutato l’ALVARO affittandogli l’appartamento e collaborandolo nell’acquisto dei mobili per arredarlo, nonché facendogli la spesa ed agevolando in qualsiasi modo la sua permanenza a Belvedere.

Il 3 novembre, in Lentini (SR) i militari della locale Stazione, rinvenivano 2 fucili “kalashnikov”, 2 manufatti esplodenti fabbricati con miscela pirotecnica ad alta potenzialità offensiva, oltre 1 chilo di miscela pirotecnica confezionata in buste di cellophane ed oltre 2,4 chili di marijuana;  il 13 novembre, in Villasmundo, personale del Nucleo Investigativo di Siracusa e militari della Compagnia di Augusta, arrestavano, in flagranza di reato 3 componenti di una banda nell’atto di sradicare il POSTAMAT del locale ufficio postale;  il 2 dicembre, personale del Nucleo Investigativo di Siracusa e militari della Compagnia di Augusta, hanno arrestato PARCELLA Jonathan, autore dell’omicidio di PANARELLO Aldo, avvenuto in Lentini il giorno precedente;  in ultimo, l’attività di contrasto all’immigrazione clandestina ha permesso di procedere a 115 fermi di P.G. nell’ambito del “Gruppo Interforze Contrasto Immigrazione Clandestina”.

Al riguardo il Comandante Provinciale, Col. Luigi Grasso, dichiara: “l’anno che si avvia alla conclusione ha costituito un notevole impegno per tutti i Carabinieri del Comando Provinciale, un impegno su più ambiti, un impegno incentrato, soprattutto, sulla prevenzione. I risultati conseguiti sono di piena soddisfazione e ciò ci induce a continuare, con responsabilità ed umiltà, sulla strada intrapresa, convinti come siamo che la sicurezza del cittadino costituisca obiettivo primario del nostro quotidiano lavoro.  I delitti consumati sono in diminuzione, effetto anche della nostra presenza sul territorio, mentre sono in deciso aumento quelli scoperti ed il numero di persone arrestate e denunciate all’A.G. bilancio, quindi, sicuramente positivo. Al riguardo, oltre al fondamentale impegno dei Carabinieri di ogni ordine e grado, è stato utile poter contare sul lavoro comune e condiviso con l’Autorità Giudiziaria, sempre pronta a sostenere il nostro lavoro, sul proficuo coordinamento con le altre Forze dell’ordine ed Istituzioni varie della Provincia, attraverso l’instancabile opera del Signor Prefetto, Dottor Armando Gradone, e sulla collaborazione con le Amministrazioni locali. Ancora uno volta sottolineo come lo stretto legame tra cittadino e Carabiniere sia risultato per noi indispensabile e, pertanto, non posso che ringraziare le Comunità tutte per la vicinanza dimostrata, garantendo loro la nostra totale ed incondizionata disponibilità”.

 


La Gazzetta Siracusana su facebook

LE CITTÀ DEL NETWORK

Copyright © 2023 La Gazzetta Siracusana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2016/2023 PF Editore

In alto