News

Siracusa, doppi turni all’istituto “Raiti”. Protestano i genitori

SIRACUSA – Doppi turni al comprensivo “Raiti” di via Pordenone e scoppia la protesta dei genitori. Comincia domani tra non poche polemiche il nuovo anno scolastico che, almeno in questa fase iniziale, si annuncia complicato per l’istituto siracusano, alle prese con i problemi dovuti al ritardo di alcuni lavori. Da qui la decisione di scaglionare l’orario e di limitare la didattica: previste due sole ore al mattino e altrettante al pomeriggio, anche per per consentire la sanificazione delle aule tra un turno e l’altro. Molti genitori però non nascondono rabbia e delusione per come è stata gestita la vicenda, lamentando anche una scarsa strategia comunicativa da parte della scuola. La dirigente scolastica avrebbe fatto presente loro che “si tratta di una situazione provvisoria, in attesa che siano consegnati tutti i lavori di adeguamento dei locali scolastici. Occorre pertanto affrontare questo sacrificio, convivendo con ulteriori lavori rispetto a quelli inizialmente previsti, per poi stare tutti nello stesso istituto, senza fare doppi turni e rispettando le norme di distanziamento”. Ai genitori non vanno proprio giù quegli ulteriori lavori previsti perché impediranno la didattica mattutina e a tempo pieno dei loro figli.

“Ci aspettavamo – dicono alcune mamme – che, dopo il referendum sul taglio dei parlamentari, la scuola avrebbe riaperto le porte ed invece così non è stato. Temiamo che questa situazione di disagio possa protrarsi per tutto il mese di ottobre. Per molti di noi che lavorano tutto il giorno non è facile organizzarsi. I nostri figli poi meriterebbero una didattica piena”.


In alto